La Regione Puglia promuove ed incentiva la coabitazione sociale e i condomini solidali

“Al fine di dare risposte concrete ai bisogni delle persone in condizione di fragilità attraverso forme di organizzazione, reciprocità e solidarietà, di valorizzare le potenzialità dell’abitare sociale anche attraverso un’opera di promozione culturale e di agevolazione, la Regione Puglia riconosce e favorisce il ruolo della co-residenzialità come veicolo e strumento di solidarietà, aggregazione e coesione sociale”. È quanto prevede la proposta di legge dei consiglieri Gianni Liviano e Ruggiero Mennea Mennea, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale.

“Una iniziativa legislativa – ha spiegato Liviano in Aula – che mette al centro ogni città considerandola una comunità di persone e promuovendo e valorizzando le relazioni tra tutte le persone, con maggiore attenzione verso coloro che sono in difficoltà, anche attraverso l’uso di politiche abitative”.

Per  raggiungere questi obiettivi la Regione intende promuovere  i rapporti tra persone  al fine di combattere e prevenire l’isolamento, la solitudine e  l’emarginazione dell’individuo,  stimolare il senso di appartenenza alla comunità e ai luoghi del vivere quotidiano; far prevalere l’importanza del benessere della collettività sulle divergenze e sui dissapori personali; favorire i processi di socializzazione e cooperazione tra le persone attraverso la condivisione di spazi, attrezzature e risorse; promuovere la collaborazione reciproca per ottenere più tempo libero, migliorando così la qualità della vita.

Pertanto la Regione promuove e incentiva, accanto all’edilizia sovvenzionata e all’edilizia agevolata già esistenti, le seguenti possibilità di abitazione alternativa: la coabitazione sociale, i condomini solidali.

Per valorizzare le esperienza di condomini solidali, delle coabitazioni sociale quali strumenti idonei a sostenere i valori della solidarietà sociale, civile, economica e culturale e a fornire una risposta integrativa e differenziata al bisogno abitativo, la Regione promuove e sostenere  progetti innovativi che realizzano nuove forme del costruire e dell’abitare, in particolare, attraverso un utilizzo condiviso di risorse, spazi e servizi che consentono di ripartire i costi di gestione nell’abitare comune, altrimenti insostenibili per un solo nucleo familiare, rendendo possibile l’accesso alla casa a persone normalmente escluse dal mercato.

Possono essere destinate alle modalità di politica abitativa indicati: immobili di proprietà pubblica e privata.  La Regione Puglia concederà, per il tramite degli enti locali, incentivi ai privati che vorranno mettere a disposizione unità abitative di loro proprietà al fine di sperimentare esperienze di cohousing e di condomini solidali.