L’Amore può rigenerarsi continuamente ed assumere nuove vesti. Così, uno dei testi più percorsi della storia della letteratura, l’abbecedario di ogni esternazione amorosa, può ancora sorprendere. Ed è quanto succede nell’allestimento di “Romeo & Juliet” dell’I.C. “G. Modugno – G. Galilei” di Monopoli, in scena al Radar il 12 e il 13 giugno.

L’Amore è giovane, giovanissimo e il palcoscenico non può quindi che essere affollato da ragazzi che regalano all’opera una spinta di esaltante bellezza. La scelta è efficace e gli interpreti rispondono mettendo in scena tutto il loro vigore, a disposizione di un’interpretazione raffinata e al contempo  irruenta.

Tutti gli strumenti disponibili sono utilizzati sapientemente: le scenografie eloquenti, un’ orchestra e un coro magistralmente diretti dai docenti dell’Istituto comprensivo, le coreografie, gli eleganti costumi. Felice esperimento l’utilizzo di bambini della primaria insieme agli alunni di scuola media e ai ragazzi dell’alternanza Scuola-Lavoro del Polo Liceale di Monopoli, tutti sorprendentemente disinvolti sulla scena, funzionali al messaggio di speranza che si è ritenuto necessario lasciare.

Il risultato è uno spettacolo che appassiona ma soprattutto è capace di trasmettere sincere emozioni. Fare teatro può essere un gesto d’amore. E l’Amore trova, sempre diretta, la sua strada.