Il giovane continuerà ad esercitarsi per continuare a raggiungere sempre ottimi risultati

Paolo Morga ancora una volta non delude. Alla seconda tappa del Campionato italiano Kitesurf Wave 2019, a Porto Cesareo, il giovanissimo atleta ottiene il gradino più alto del podio nella categoria Under 23. Capelli ricci e biondi, pelle ambrata non è un surfista d’oltreoceano, ma della provincia di Bari, pugliese quindi. Paolo proprio nella sua Puglia si conferma una delle promesse di questo sport, a soli quindici anni è già due volte Campione italiano di kitesurf nella categoria juniores ed ha passione e bravura da vendere. La Classe Kiteboarding Italia (CKI) della Federazione Italiana Vela (FIV), non ha tralasciato nessun particolare nell’organizzazione della tappa, grazie al lavoro incessante di Daniele De Nuzzo, delegato di zona CKI, che ha sostenuto fin da subito la possibilità del nostro territorio di essere adatto alla pratica di questo sport. Venerdì 5 aprile il vento soffiava da mare, side on, sulla costa di Porto Cesareo, con velocità di circa 20-22 nodi. La gara si è svolta in un unico giorno, con un tabellone ad eliminazione con heat da 3 o 4 atleti. Secondo il regolamento ogni partecipante ha a disposizione 12 minuti per attraversare le onde sulla tavola da surf cercando di utilizzare il meno possibile il kite (l’aquilone), tutto sotto l’attento sguardo di una giuria composta da tre giudici ed un capo giudice. La giuria valuta secondo criteri ben precisi: la verticalità dell’entrata sull’onda, lo stile e la fluidità dei movimenti. In base a questi punteggi si delinea man mano la classifica, fino ad arrivare alla finale. Questa volta Paolo ha dovuto contendersi il primato nella sua categoria nella finale con i romani Yaris dell’Olmo (secondo classificato) e Luca Gasperini (terzo classificato). Nell’ultima heat è stato decisivo l’aiuto del suo team: il vento è calato pochi istanti prima del suo ingresso in acqua e lo staff a tempo di record ha intuito che bisognava cambiare l’aquilone con uno più adatto alla nuova condizione metereologica. A Porto Cesareo il calore ed il tifo per la giovane promessa pugliese non si sono fatti attendere, infratti nell’ultima fase mentre fendeva le onde il supporto dei locals era in delirio. È stato entusiasmate anche per Paolo gareggiare per la prima volta con un pubblico attento ad ogni sua singola mossa. La tappa pugliese ha riscosso molto successo, lo stesso tesoriere della CKI Claudio Alessandrelli, è stato piacevolmente soddisfatto dall’accoglienza e dall’organizzazione della gara presso il lido “Le Dune”.

L’ultimo atto del Campionato italiano di Kitesurf si svolgerà ad Ostia nel mese di ottobre. In questi mesi Paolo continuerà ad esercitarsi per continuare a raggiungere sempre ottimi risultati.