Prosegue il monitoraggio continuo ed efficiente sull’andamento dei lavori

Il  Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha partecipato questa mattina alla riunione del tavolo di aggiornamento dei lavori del nuovo Ospedale Monopoli Fasano  che si è svolta presso gli uffici della ASL di Bari. La riunione, presieduta dal direttore generale ASL Bari Antonio Sanguedolce, si tiene, ormai da tre mesi, ogni primo lunedì del mese per un monitoraggio continuo ed efficiente sull’andamento dei lavori.

“Oggi ho partecipato al tavolo che sta seguendo i lavori della costruzione del nuovo ospedale di Monopoli Fasano – ha detto Emiliano alla conclusione dell’incontro – le operazioni di cantierizzazione sono state completate e abbiamo spostato tutti gli ulivi. La buona notizia è che tutte le piante hanno reagito bene al trapianto e quindi sono tutte in piena forma. L’altra buona notizia è che da oggi sono stati avviati gli scavi che da domani prenderanno maggiore ritmo. Naturalmente – ha concluso il Presidente – contiamo di rispettare i tempi previsti in contratto”.

Il tavolo per l’Ospedale Monopoli è stato convocato dal comitato guida, composto dalla direzione generale della ASL, dalla direzione strategica dei lavori e naturalmente dal committente che si è aggiudicato i lavori.

“Questo è un tavolo utilissimo – ha detto il direttore generale Sanguedolce – perchè è un aggiornamento e un monitoraggio costante sull’andamento dei lavori. In questo modo possiamo risolvere le criticità in tempo reale senza aspettare ovviamente che passino giorni o mesi. Oggi – ha concluso Sanguedolce – è stato un incontro importante perché da oggi l’azienda appaltatrice ha avviato i lavori per gli scavi con le ruspe”.


Il 26 settembre dello scorso anno sono stati avviati i lavori per la costruzione del Nuovo Ospedale Monopoli-Fasano con la cerimonia di posa della prima pietra sul cantiere in località Lamalunga, in territorio di Monopoli ma vicino alla Statale 16 Adriatica, a pochi km da Fasano.

Obiettivo del progetto, la costruzione di una struttura socio-sanitaria all’avanguardia che avrà 299 posti letto, su un’area di circa 178.000 mq, per un investimento complessivo intorno ai 100 milioni di euro, finanziato con fondi CIPE.

NOTA TECNICA

La stazione appaltante (la ASL Bari) ha completato l’espianto ed il reimpianto parziale di tutti gli ulivi monumentali.  Il reimpianto ha avuto successo e gli alberi hanno già ripreso la crescita. Sono state rimosse tutte le interferenze comprese quelle della distribuzione dell’Enel. Sono stati effettuati, sempre a carico della stazione appaltante, degli interventi di bonifica delle aree da depositi di materiale di risulta compreso amianto e fitofarmaci. Infine si è portata a conclusione la procedura di occupazione temporanea per l’allargamento della strada per accesso al cantiere e l’ affidamento del servizio di sorveglianza archeologica. In data 1/2/19 è pervenuta la richiesta di subappalto per le opere di scavo e demolizione. Oggi si procederà alla redazione della determina di autorizzazione di subappalto. In settimana si procederà quindi all’avvio dei lavori.