Una tradizione che segna l’identità della comunità monopolitana: la notte tra il 15 e il 16 dicembre i monopolitani rivivono l’approdo dell’icona della Madonna della Madia nel porto della città. É un evento che si carica di devozione, partecipazione popolare e fede. Anche il Liceo musicale “Luigi Russo” di Monopoli quest’anno ha contribuito a ravvivare con la musica un clima pregno di attesa. La sera del 15 dicembre, presso la biblioteca Prospero Rendella di Monopoli, il coro, la banda e l’orchestra del Liceo Musicale “Luigi Russo” hanno presentato “Ti chiamerò Madre”, un evento organizzato dall’IISS “Luigi Russo”, con il patrocinio della Città di Monopoli. Un programma ricco di emozioni, capace di coinvolgere anche gli ascoltatori meno esperti, un programma non esclusivamente incentrato sulla figura di Maria, ma capace di preparare emotivamente alla rievocazione dell’approdo dell’immagine della Madonna della Madia, ma anche di preparare gli animi alle imminenti festività natalizie. L’orchestra diretta dalla prof.ssa Mirella Sasso ha presentato l’“Ave Maria” di A. Piazzolla, “Nimrod” da “Enigma Variationis” di E. Elgar, “The Mission” di E. Morricone e “L’Alleluja” di L. Cohen. Il coro, diretto dalla prof.ssa Madia Todisco, e la banda,  diretta dal prof. Giuseppe Creatore, hanno presentato brani della tradizione come “O Vergine della Madia” e brani di un repertorio più classico: “Pavane in blue” di T. Huggens, “Sinfonia dal Nabucco” di G. Verdi, omaggio a Rota da brani del M° N. Rota, “Jesus Christ Superstar” di L. Webber, “I Will follow him” di F. Pourcel per chiudere con un Medley di canti natalizi. Oltre al contributo della musica è stato possibile seguire un percorso storico-artistico incentrato sulla Sacra icona della Vergine della Madia, a cura della prof.ssa Monica Di Chio, perché come disse San Bernardo: “Di Maria non si dirà mai abbastanza”. La serata, organizzata alla vigilia delle festività natalizie, è stata l’occasione per affidare al linguaggio universale della musica un messaggio di pace e speranza, come ha sottolineato il Dirigente Scolastico dell’IISS “Luigi Russo”, prof. Raffaele Buonsante. L.T.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.