Si rinnovano i festeggiamenti in onore della Patrona della vista e di tutti coloro che ne soffrono 

La comunità monopolitana torna a festeggiare santa Lucia, Patrona della vista e di tutti coloro che ne soffrono (come i non vedenti, i miopi e gli astigmatici) presso l’omonima chiesa ubicata nel centro murattiano.

Concluso il Triduo in preparazione alla festa, oggi, i festeggiamenti in suo onore – in concomitanza dei quali è avvenuta la vestizione di nuovi confratelli e consorelle e, si è tenuto un evento sul vernacolo monopolitano – entrano nel vivo nel giorno della sua solennità: in mattinata la Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dal Vescovo della Diocesi di Conversano-Monopoli Mons. Giuseppe Favale e, culmineranno nel pomeriggio con la processione della venerata immagine di S. Lucia, che si snoderà per le principali vie del quartiere.

Da ieri è ritornata anche la tradizionale Fiera di Santa Lucia, che si estende lungo la centralissima via Cavour, offrendo la possibilità per fare acquisti natalizi per ultimare il presepe con nuovi personaggi o addobbare l’albero di Natale. Un appuntamento noto anche per i famosi “cocchérìdde” (dal vernacolo monopolitano, ciotole in terracotta) che, un tempo, i fidanzati regalavano all’amata ed alla futura suocera per conquistarne la simpatia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.