ina

In una nota, il Comitato ReVolution annuncia la soluzione per fronteggiare la spinosa questione relativa alla carenza dei parcheggi in città, prospettata nel pomeriggio di lunedì a Palazzo di Città all’Assessore ed al Comandante dei Vigili Urbani, in relazione alla riunione per il problema parcheggi nel quartiere Ina Casa.

“Abbiamo anche sollecitato la creazione di un park & ride fuori Città – spiegano – come accade a Bari per esempio, custodito e con tariffa minima (€.1,00 al giorno) e con la creazione di navette elettriche(per un più basso impatto ambientale) per il trasporto dei passeggeri dal parcheggio al centro di Monopoli”.

 

Premesso che:

E’ nota la difficoltà di parcheggio in zona che si è registrata negli ultimi anni e che si è ovviamente acuita in relazione alla creazione delle strisce blu nella nostra Città, con evidente ricerca di parcheggi al di fuori di detta area anche dei residenti di strade vicine interessate dal provvedimento.
La difficoltà per i residenti non nasce solo dai Cittadini prima citati ma anche dagli avventori dei B&B collocati nel centro storico o nelle zone limitrofe interessate da vie contrassegnate da parcheggio a pagamento, che conducono in tali strade e nella novella area di sosta di via Procaccia, che va detto che ha dato un po’ si sollievo, gli ospiti che vengono prelevati e condotti all’ingresso dei loro “alloggi” grazie alle navette con apposito logo od invitano gli stessi a parcheggiare e raggiungere le dimore a piedi quando impossibile.
Il controllo dei B&B e del pagamento della tassa di soggiorno legata al numero di avventori degli stessi è assai problematico, dato acclarato in tutti i Comuni, e l’Amministrazione ha iniziato il controllo solo in queste settimane pur a nostro avviso in forte ritardo rispetto ai tempi corretti per la verifica puntuale di tutte le condizioni necessarie ad operare ed il riscontro tra presenze e remunerazione della tassa. Si può immaginare che non si sia voluto “rovinare” l’estate che è notoriamente la stagione contrassegnata da maggior presenze, cosa capire pur non condividendo, visto che il compito di una Amministrazione è anche il controllo del rispetto della Legge e il garantire le condizioni per una corretta concorrenza.
In alcuni Comuni vicini, vedi ad esempio Polignano a Mare, hanno contrassegnato alcune aree parcheggio con strisce gialle ed è possibile utilizzarle solo ai possessori di apposito tagliando.

Possibile soluzione:

Tenuto conto delle premesse qui citate, abbiamo ipotizzato l’istituzione di apposite aree parcheggio per i B&B da sottrarre alle aree blu già esistenti per non pesare ulteriormente sui Cittadini ed agevolare dette attività, che pagando l’abbonamento annuale per il numero di camere da esse possedute, vengono esentate dal pagamento della tassa di soggiorno. Questa soluzione metterebbe a nostro avviso, tutte le parti d’accordo. L’Amministrazione vedrebbe delle entrate certe nelle casse dell’Ente e potrebbe in base ad esse programmare investimenti avendo certezza della copertura, i Cittadini non vedrebbero altre aree bianche sottratte alla loro disponibilità ed i B&B avrebbero un ulteriore servizio da fornire ai loro avventori.
Fiduciosi che tale idea possa essere benevolmente accolta, cordialmente salutiamo