“Che l’Amministrazione abbia delle difficoltà nell’identificare la propria quota di maggioranza in seno alle commissioni stesse?”

In una nota, i consiglieri comunali d’opposizione Silvia Contento, Felice Indiveri, Claudio Licci, Cecilia Matera, Angelo Papio, Domenico Pinto, Francesco Tamborrino intervengono sulla mancata costituzione delle commissioni consiliari.

Le Commissioni consiliari sono strumento fondamentale per il corretto ed efficiente svolgimento dei lavori del Consiglio comunale. 
Ai sensi dell’articolo 20 del regolamento del C.C. di Monopoli, tutte le proposte di deliberazione e di mozione (fatte alcune eccezioni) devono essere preventivamente esaminate da una Commissione. Non procedendo, in maniera inspiegabile, alla loro costituzione l’attuale Amministrazione rallenta in maniera irriguardosa l’attività politica, riducendola a una sorta di “direttorio della Giunta”, di cui il Consiglio pare rappresentarne solo un’appendice.
Tale ritardo, tra l’altro, stona rispetto alla rapidità con la quale il sindaco Annese ha nominato gli Assessori (il 20 luglio scorso, ancor prima della proclamazione degli eletti).
Abbiamo anche assecondato la convocazione straordinaria di un secondo Consiglio comunale, il 18 settembre scorso, per senso di responsabilità verso atti importanti, quali l’assestamento di Bilancio e l’adozione del Piano Sociale di Zona.
Ora, però, a quattro mesi dalle elezioni e a due mesi dall’insediamento del Consiglio, ci sembra gravissimo che non si sia ancora proceduto alla costituzione delle Commissioni.

Che l’Amministrazione abbia delle difficoltà nell’identificare la propria quota di maggioranza in seno alle commissioni stesse?

Silvia Contento, Felice Indiveri, Claudio Licci, Cecilia Matera, Angelo Papio, Domenico Pinto, Francesco Tamborrino