Cazzorla: “Qual è il motivo per cui la nostra petizione popolare firmata da oltre 3200 cittadini giace chiusa in un cassetto e non viene discussa in consiglio comunale?”

Nelle ultime settimane, complice l’assenza di vento, la città di Monopoli è stata per l’ennesima volta avvolta da fumi e odori nauseabondi ed irritanti. E mentre i cittadini ormai stanchi, oltre a denunciare l’accaduto sui social, hanno cominciato ad inviare esposti ai carabinieri, e ad organizzarsi in comitati per far sentire la propria voce, il M5S di Monopoli, dopo il comunicato stampa del 19/09/2018 rimasto senza risposta, chiede questa volta ufficialmente con un’interpellanza urgente al sindaco Angelo Annese il motivo per cui la petizione popolare sul monitoraggio ambientale, firmata da oltre 3200 cittadini giace chiusa in un cassetto e non viene discussa in consiglio comunale come invece previsto dall’art 39 comma 5 dello statuto comunale.

La città vuole risposte concrete e dati ufficiali, finiamola di perdere tempo prezioso!

Sonia Giulia Cazzorla  – Consigliere Comunale Comune di Monopoli

Movimento 5 Stelle

 

In una nota, il Consigliere Comunale Sonia Giulia Cazzorla (M5S) annuncia che in data 2 ottobre 2018 è stata inviata all’attenzione del Sindaco Angelo Annese un’interpellanza urgente per conoscere le motivazioni per cui la petizione popolare sul monitoraggio ambientale M5S non sia stata ancora discussa in Consiglio Comunale.