MONOPOLI di Fabio Strinati

MONOPOLI

T’affacci sul mare sterminato…

col tuo porto inondato di vita

da abbinare alle contrade

che rapiscono l’ardore

e di uno struggimento tenace

che rapisce l’Adriatico

nel suo litorale affamato e d’amore…

col tuo paesaggio rifinito

di ciondoli rivestiti di “marina”

da ascoltare è il tuo silenzio

tra i profumi dei mandorli in fiore,

che precoce vive e corteggia

l’aria di una smania mite

che nel turbinoso cuore s’attiva

come gli ulivi pettinati dal vento

che rimuovono i sensi

fino a farli palpitare.

FABIO STRINATI

Un breve componimento poetico dedicato a Monopoli da un poeta, artista visivo, compositore e fotografo, nonché autore di diversi libri (alcuni tradotti anche in altre lingue come spagnolo e romeno).

“Monopoli – ci spiega – è un comune a me molto caro ed importante, sia sotto l’aspetto artistico che affettivo; una città molto viva, intensa, suggestiva”.

 

 

                                       

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *