Kevin Stephane Lescot nella famiglia AP Monopoli

La guardia classe ’86 è stato fortemente voluto nel roster

È notizia della fine della scorsa stagione l’arrivo nella famiglia AP Monopoli di Kevin Stephane Lescot. Il giovane francese ormai noto alle cronache cestistiche pugliesi ha calcato i campi da basket dalla stagione 2011-12 con il Basket Ceglie, per poi proseguire con la Mens Sana Mesagne, Action now!, N. P. Ceglie e nelle due ultime stagioni con New Basket Lecce e Santa Rita Taranto. La guardia classe ’86, con i suoi 193 centimetri d’altezza è conosciuto dal pubblico pugliese per le sue prodezze e per le giocate offensive ed è stato fortemente voluto dall’AP. A Gianni Sardella, che insieme ad Alessandro Mizio e Angelo Malerba ha seguito il tesseramento, abbiamo chiesto quali sono le caratteristiche che hanno colpito la dirigenza AP?

Di un possibile innesto di Lescot ne abbiamo parlato anche gli anni scorsi, finalmente quest’anno ci siamo riusciti grazie anche all’apporto che ha dato Toni Allegretti che conoscendolo, è intervenuto per scambiare informazioni fino alla firma a San Vito dei Normanni, dove risiede. Kevin parla quattro lingue, lui conosce la società sia perché negli anni ci siamo incontrati nei campionati sia perché durante le manifestazioni organizzate dall’AP, All star game, è stato invitato come giocatore. Per noi diventa l’uomo “faro” della squadra anche con i ragazzi del centro minibasket e delle giovanili affinché possano imparare ed ammirare le sue prodezze in campo. Diventa la trazione offensiva della squadra oltre ad essere un atleta che fa spettacolo e che regalerà sicuramente ai nostri sostenitori il buon basket. E’ quindi, per concludere, un giocatore che insieme a Fabio Argento completa l’ossatura dello scorso anno, tranne qualcuno che è andato via, e ci auguriamo che insieme possano avere la giusta sintonia e, perché no, tanti punti nella mani.

Quali sono le prospettive per il prossimo campionato?

Certamente di non stare nell’ombra, ma di avere un ruolo importante nella C Silver. Lo scorso anno abbiamo disputato un’ottima prima fase restando in testa alla classifica, successivamente abbiamo patito gli infortuni. Sarà un campionato impegnativo per gli atleti e per noi che seguiamo con passione il basket, la Virtus Molfetta e la Pallacanestro Molfetta si sono rinforzate come anche Barletta, la nostra prima avversaria casalinga nella seconda giornata. Abbiamo l’obiettivo di raggiungere la salvezza con l’ambizione di raggiungere i play off.