“Festa dei Diplomandi” al Polo Liceale

Si è rinnovata anche quest’anno, mercoledì 6 giugno 2018, l’appuntamento, nell’Auditorium del Polivalente Scolastico, con la “Festa dei Diplomandi”. È stato il saluto, tra lacrime e gioia, dei 211 studenti delle 8 classi quinte del Polo Liceale “Galileo Galilei” di Monopoli con una manifestazione finale che nel pomeriggio ha coinvolto docenti e alunni con proiezioni dei video realizzati dai ragazzi e la consegna degli attestati di ricordo.

Berretti da liceali pronti per il passo verso la maturità, ma soprattutto berretti di studenti liceali e maturandi. A concludere la serata il grande coro di tutti gli studenti, ricordo per i cinque anni trascorsi insieme e auspicio per l’impegno che continua per i prossimi esami e per il prosieguo degli studi universitari.

Quest’anno, sul diploma di ricordo sono state riportate le parole, saluto del Dirigente Scolastico e dei Docenti:

Ora sia vostro il cammino

 

Sono stati gli anni trascorsi insieme

parte di un viaggio che vi ha fatto compagnia,

per mete e luoghi inesplorati,

della cultura, del sapere, del cuore,

lì dove la mente ha provato a tornare indietro

e inesorabilmente si è fatta avanti, guardandovi altrove.

Non pensiate che siano solo ricordi questi,

o istanti, e fotogrammi di giorni, mesi e anni:

sono la nostra, la vostra storia,

costruita insieme, e siamo voi e noi,

gli accompagnatori del viaggio, i viaggiatori.

Ora sia vostro il cammino,

e che il tempo passato passi ancora

quando eravate ed eravamo nuovi, il primo giorno,

ed oggi un po’ più grandi, dopo questi banchi

e queste aule, per andar via in altri spazi.

Non lasciateci mai qui,

nei ricordi della nostalgia,

ma portate noi in voi,

con quello che è stato, abbiamo detto e dato.

Oggi camminate Voi,

per noi che non possiamo più

esservi al fianco e stare al vostro passo.

Andate avanti, senza girare i volti indietro

con il coraggio dei giovani anni,

con le certezze e le speranze, e le attese senza paure.

Camminate col piede veloce,

allenato in palestra,

e pensate alto,

per le strade che vi porteranno, vicino o lontano,

mentre i sogni si costruiscono,

e i libri sono altre vite,

quando si leggono, si studiano, o si fanno.

Dunque, riprendetevi il nostro tempo e fatelo vostro;

dai passi di ieri, sulle strade di domani.

Siate forti sempre,

delle vostre passioni e dei vostri orizzonti,

 nei giorni delle nubi e dell’arcobaleno,

e tenete al fianco la bisaccia del sorriso,

il coraggio e l’entusiasmo dei migliori giorni.

Se avrete il tempo di dare voce ancora

a queste parole e a questi sensi,

ricordatevi di noi

e di quello che vi abbiamo detto,

se scienza, cultura, storia, arte o letteratura, 

per vivere con pienezza la conoscenza.

Non più ragazzi, non più tra i banchi,

perché la Vita vi sia vicina,

compagna, sorella e amica.

Questo slideshow richiede JavaScript.