I piddini si chiedono quale sia la soluzione che l’Amministrazione Comunale intende proporre per capire se il contratto si possa applicare o meno nell’agro

Nell’ipotizzabile convocazione – a giorni – di un Consiglio Comunale, il gruppo consiliare del locale Circolo del Partito Democratico di Monopoli presenterà un’interrogazione in materia di rifiuti; spinosa questione affrontata giovedì in conferenza stampa (convocata last minute) presso la sede del partito.

In quest’occasione, oltre ad aver ribadito le criticità di un contratto da 10.700 mila euro l’anno: «un terzo del bilancio “vero” comunale» e, «fatto male» da un commissario che non avrebbe tenuto conto delle peculiarità del territorio comunale, i piddini hanno puntato il dito contro l’Amministrazione Comunale, accusata di sperpero di denaro pubblico per aver acquistato le due isole ecologiche (che sarebbero costate 100 mila euro). Ed è proprio a proposito della raccolta differenziata nel territorio extraurbano che intendono sapere quale sia la soluzione che si intende proporre per capire se il contratto si possa applicare o meno nell’agro.

Questo slideshow richiede JavaScript.