Culto e Iconografia di Sant’Eligio in Puglia. Il dipinto di Paolo Finoglio nel Museo Diocesano di Monopoli

Svolto il primo degli “Incontri al Museo”

Ieri sera presso il Museo Diocesano di Monopoli, si è tenuto il primo degli “Incontri al Museo” programmati per questa primavera.

Per l’occasione è intervenuta la prof.ssa Rosanna Bianco, docente di “Storia dell’Arte medievale” e di “Iconologia e Iconografia” presso l’Università degli Studi di Bari, sul tema: “Culto e Iconografia di Sant’Eligio in Puglia. Il dipinto di Paolo Finoglio nel Museo Diocesano di Monopoli”.

Si è così approfondita la storia di uno dei dipinti più belli conservati nel Museo Diocesano di Monopoli, la tela del pittore Paolo Finoglio raffigurante la “Madonna con Bambino tra Sant’Eligio e San Trifone”, realizzata nel 1634, come ex voto in occasione di una deva-stante invasione di cavallette che colpì la città.

Dalla devozione all’arte, dal culto alla storia, una conversazione incentrata sull’iconografia e il legame tra il Santo di origine francese e gli ambienti legati all’oreficeria, alla lavorazione del ferro e all’arte di ferrare i cavalli.

Il Museo Diocesano di Monopoli, già meta prescelta per le Giornate di primavera del Fai del 24 e 25 marzo u.s., intende intensificare iniziative come questa, volte ad approfondire la conoscenza del patrimonio storico-artistico custodito nelle eleganti sale dello storico Seminario vescovile.