Il 73° anniversario della Liberazione d’Italia dalla dominazione nazi-fascista

Autorità civili e militari e, forze combattentistiche e d’arma hanno dato vita al corteo che, ieri, in occasione del 73° anniversario della Liberazione d’Italia dalla dominazione nazi-fascista che ricorre il 25 aprile, si è snodato per le vie principali della città per deporre una corona d’alloro alla lapide ai partigiani monopolitani in Largo Plebiscito, al Monumento ai Caduti del Mare di Largo Fontanelle e, al Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale in Piazza Vittorio Emanuele II, dove le celebrazioni curate dal cerimoniere del Comune di Monopoli Ispettore Superiore Michele Lafronza (agente di Polizia Locale) sono entrate nel vivo con la cerimonia dell’alzabandiera e culminate con le allocuzioni del Presidente della Sezione ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Monopoli, Valentino Lenoci e, del Sindaco Emilio Romani.

Oltre all’A.N.M.I. (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) – Gruppo di Monopoli guidato dal Presidente Martino Tropiano, all’A.N.C. (Associazione Nazionale Carabinieri) – Sezione di Monopoli presieduta dal M.llo Giosuè Barletta, all’A.N.P.S. (Associazione Nazionale Polizia di Stato) – Sezione “Antonio Dinielli” di Monopoli diretta dal Presidente Cav. Antonio Bucci e al Battaglione San Marco, presente anche una delegazione N.A.A.Pro (Nucleo Arruolamenti ed Attività Promozionali) con a capo il Presidente Antonio Dibello alla prima uscita pubblica. Una realtà costituitasi da solo un mese in città che collabora con la Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Monopoli presieduto dal Presidente Antonino Rosalba come unità di base del Corpo Militare della CRI, che operano con il concorso di militari CRI in congedo.

Questo slideshow richiede JavaScript.