«Il posto al Comune non deve essere un posto di lavoro, ma un servizio per il popolo»

Professione avvocato, Michele Mitrotti rappresenta, da circa vent’anni, un volto della destra monopolitana, una destra più popolare e più vicina al sociale.

Si candida a Sindaco portando in evidenza quelli che, oggi, sono i valori dei 5 Stelle a livello nazionale e, affermando sin da subito di rinunciare allo stipendio (che sia da sindaco, assessore o consigliere comunale), incassandolo affinché il Comune non possa destinarlo altrove e restituendolo sotto forma di donazione ad un progetto dei servizi sociali per la redistribuzione mensile e a rotazione alle classi più povere, secondo un bando garantito dalla Guardia di Finanza affinché ci sia un controllo sul reddito delle stesse che ne garantisca la veridicità.

Sociale, mondo dei giovani e del lavoro sono gli obiettivi principali; valori, assieme al rispetto per l’ambiente, molto sentiti dai grillini e che l’avvocato monopolitano riporta nel suo programma: «Grillo non ha inventato assolutamente nulla, ma alcuni valori dei 5 Stelle sono quei valori di onestà e legalità che già negli anni ’60 e ’70 erano le basi del Movimento Sociale Italiano di Giorgio Almirante; valori molto vicini alla destra».