Corato vince all’overtime una sfida che ha regalato emozioni e spettacolo           

 

Per chi l’ha visto e per chi non c’era: è stato uno spettacolo bellissimo! Quando una “finale” termina in overtime, quando un Palazzetto è gremito già un’ora prima della palla a due, quando in campo e sugli spalti regna la sportività, beh, allora è il caso di dire che si è trattato di una serata memorabile per il basket pugliese. Ha vinto Corato, che corona una stagione sensazionale ed approda alla Fase Nazionale, nella quale si giocherà concretissime chances di ritorno in Serie B, quella categoria cui la grande città di basket del nord barese era abituata fino a poche stagioni fa. Monopoli esce a testa altissima dal PalaLosito, consapevole di essere andata ad un passo da un’impresa storica e di conservare ottime sensazioni per i playoffs che inizieranno domenica prossima.

Primi 20 minuti giocati dalle due squadre con addosso la tensione di ben 10 giorni di attesa per l’atto finale di una stagione regolare vissuta da grandi protagoniste. Equilibrio sostanziale, con tentativi di allungo subito rintuzzati, fino all’intervallo lungo. Dagli spogliatoi usciva meglio il team di Marco Verile, che confezionava un parziale prezioso (20 – 10), mentre dall’altra parte il collega Lezzi perdeva il suo abituale self control perché in quei 10 minuti, apparsi infiniti per la sua squadra, a carico di Corato non veniva sanzionato neppure un fallo (contro gli 8 del Monopoli). L’ultima frazione si apriva così sul 61 – 47 e sembrava che ormai la gara avesse preso una direzione ben precisa. Ma la Cassandro di quest’anno è squadra che non molla mai, come cantavano con convinzione i suoi splendidi supporters al seguito. Presa per mano dai suoi due abituali alfieri Paparella e Torresi, l’Action Now! rimontava caparbiamente punto su punto fino a pareggiare con la quinta, sensazionale tripla del suo capitano (72 – 72). A questo punto arrivava ad avere addirittura un paio di virtuali match – points, ma la stanchezza di colpo presentava il conto e l’attimo fuggente… passava. L’overtime era un concentrato di emozioni, più che altro perché le due squadre, come pugili ormai stremati, si affrontavano senza mostrare più alcuna lucidità. Il colpo del k.o. lo assestava l’argentino Cicivè (uno dei migliori in campo con il lituano Bagdanavicius), che sul 76 pari conquistava un rimbalzo, realizzava subendo fallo e trasformava il tiro libero supplementare. Game, set, match per Corato, che si issava con merito sul tetto della Puglia e mandava in Paradiso i suoi tifosi. Per Monopoli solo applausi, convinti e non di circostanza: lo sforzo è stato massimale ed i biancazzurri hanno meritato l’onore delle armi che gli è stato generosamente tributato a fine gara.

FAS CORATO – CASSANDRO MONOPOLI  79 – 76

(19 – 16; 41 – 37; 61 – 47; 74 – 74)

 

FAS CORATO: Stella 16, Cicivè 12, Bagdanavicius 30, Morresi 3, Sgrò, Castoro 3, Bricis 12, Cipri 3, N.e.: Torlontano, D’Introno, Di Bartolomeo. All.: Verile

CASSANDRO MONOPOLI: Torresi 27, Paparella 20, Mirone 10, Calisi 2, Annese 6, Elksnis 4, Preite 7, Giovinazzi, Romano. N.e.: Formica, Barnaba, Palmitessa. All.: Lezzi

ARBITRI: Campanella e Paradiso

UFFICIO STAMPA ASD ACTION NOW! BASKET MONOPOLI