Dal 17 al 24 marzo 2018, l’IISS “Luigi Russo” di Monopoli ha ospitato le delegazioni delle scuole della Polonia, Romania, Lituania e Turchia, partecipanti al quinto ed ultimo meeting del progetto Erasmus+ “M.U.S.I.C. Music Unites Students and Inspires Change”. Si è trattato di un evento formativo particolarmente coinvolgente in cui tanti studenti e docenti del Liceo musicale e artistico “Luigi Russo” sono stati impegnati in attività musicali, culturali e di intrattenimento. Intenso il programma delle attività: dalla visita alle città di Bari e Matera, alla conoscenza della città ospitante, Monopoli, con i suoi monumenti più significativi e di città limitrofe come Polignano a Mare, Locorotondo e Alberobello, mete che hanno avuto l’apprezzamento collettivo di tutti gli studenti e i docenti delle delegazioni straniere. Non sono mancate iniziative istituzionali come l’evento inaugurale in cui il Dirigente Scolastico, ing. prof. Raffaele Buonsante, ha dato il benvenuto a tutti i docenti e studenti giunti a Monopoli, sottolineando il valore altamente formativo di iniziative come queste, e il saluto alle delegazioni presso il palazzo di città. Molto suggestivi, per conoscere anche il tessuto delle tradizioni culturali della città, i concerti dell’Orchestra di fiati e coro dell’Istituto “Luigi Russo” e del Quartetto Jazz in occasione delle festività per San Giuseppe. Numerosi anche i momenti formativi vissuti: concerti e workshop sulla Folk dance “Sounds, dance and colors of the south Italy” ad opera del Tarantafil, un workshop dal titolo “Impros, Folks & Pops” tenuto dal prof. Gianni Lenoci e un workshop sulla “Tribal Texture – rhythms and electronics” tenuto dal prof. Francesco Quercia. Il progetto Erasmus+ M.U.S.I.C., coordinato per l’Italia dal prof. Vincenzo Campinopoli, è stato un’occasione importante di conoscenza umana e territoriale, esperienza formativa di approfondimento e crescita culturale. Anche questa ultima tappa ha confermato lo spirito dell’intero progetto, che rimarrà nel ricordo di tutti coloro che vi hanno partecipato. Il concerto finale e la consegna degli attestati ha costituito il sigillo formale posto su un’esperienza che è stata incentrata sulla musica, linguaggio capace di unire, mezzo di integrazione, legante tra le persone per facilitare la socializzazione e la creazione di un clima favorevole al benessere psichico e allo  sviluppo di personalità creative e critiche. L.T.

Questo slideshow richiede JavaScript.