Una giornata a Monopoli di discussione sulla L.R. n. 30/2016: finalità, contenuti e procedure operative

Un gas radioattivo naturale, incolore e inodore e perciò impercettibile. Il radon è causa di tumore ai polmoni specie nei fumatori (i soggetti più esposti a tale rischio), che trascorrono diverso tempo in ambienti interrati e seminterrati e, non adeguatamente areati, dove si registra una maggiore concentrazione.

Degli aspetti applicativi della normativa regionale in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas ‘radon’ in ambiente chiuso (L.R. n.30/2016) se n’è parlato martedì scorso a Monopoli nel corso di una giornata organizzata dal Comune di Monopoli col supporto della Sezione Studio e Documentazione del Consiglio Regionale e patrocinato da Arpa Puglia ed Asl Ba intitolata “Gas Radon. Giornata di discussione sulla L.R. n. 30/2016: finalità, contenuti e procedure operative”.

A conclusione dei lavori, è stato dato spazio al dibattito, moderato dal dr. Francesco Nardulli della Asl Bari, per stimolare la partecipazione informata su un tema di grande importanza per la tutela della salute.

Questo slideshow richiede JavaScript.