L’AP Monopoli chiude al primo posto la fase di qualificazione del campionato regionale di serie D girone B

Coach Cazzorla soddisfatto di «aver giocato un campionato fino ad ora sempre in testa alla classifica»

L’AP Monopoli chiude al primo posto la fase di qualificazione del campionato regionale di serie D girone B. Nell’ultima giornata disputata domenica 18 febbraio a Bari, ininfluente ai fini della classifica per entrambe le formazioni, i monopolitani hanno perso l’incontro contro l’Adria, con il risultato di 76 a 57. L’AP, scesa in campo in formazione rimaneggiata priva di Roberto Rollo, Andrea Bruni e di Giovanni Brunetti a referto solo per onor di firma, ha affidato l’onere della gara al quintetto composto da Persichella, Liaci, Gentile, Calabretto e Susca, in panchina Cipulli, anch’egli alle prese con postumi di un infortunio: quasi subito il giovane Gerry Susca rimedia una brutta botta alla caviglia e lascia il campo definitivamente. Insomma una gara-allenamento tra amici con una nota a favore di Albanese dell’Adria, che si è particolarmente notato con i suoi canestri dalla lunga distanza.

La corsa quindi continua nella poule promozione del girone B con Rosito Barletta, Adria Bari, Cus Bari, New Basket Lecce e Diamond Foggia. La vincente di questa nuova fase, organizzata in gare di andata e ritorno, verrà promossa in C Silver, per le altre cinque formazioni la possibilità concreta di un ripescaggio nella serie superiore in relazione alla riforma che interesserà il basket regionale pugliese al termine di questa stagione. Prima giornata in trasferta a Foggia domenica 3 marzo contro Diamond, sesta classificata nel girone A, la successiva a Monopoli l’11 marzo contro Adria Bari.

Coach Cazzorla commentando questa prima fase è soddisfatto di «aver giocato un campionato fino ad ora sempre in testa alla classifica è stato impegnativo e gratificante, tuttavia dobbiamo dimenticare presto, capire che la poule promozione è un nuovo campionato e bisognerà rifare tutto da capo contro formazioni più agguerrite e motivate. Dispiace per gli infortuni che hanno costellato la stagione sportiva fino ad oggi, ne stiamo pagando ancora le conseguenze con molti giocatori alle prese con le terapie di riabilitazione». Per quanto riguarda il prosieguo continua «incontreremo nuovamente due squadre che in casa loro ci hanno rifilato una sonora sconfitta, quali New Basket Lecce e Adria Bari, qualificate rispettivamente al quinto e terzo posto, l’auspicio è riscattare le precedenti prestazioni. Dal girone A (Nord barese) incontreremo formazioni blasonate, ben preparate che giocano in città capoluogo dotate d’impianti importanti. Barletta schiera una squadra formata da giocatori del posto di grande esperienza come Degni e Defazio a cui si aggiungono un nucleo di giovani molto interessanti ed i due americani grandi realizzatori (Stephens guardia con 28 punti di media a gara e miglior marcatore del girone A e Smith ala piccola al secondo posto dei marcatori con 23 punti). Il Cus è una squadra formata da “enfants terribles”, colma di under 18 e 20 a cui Giuffrida e Longobardi sanno fare molto bene da chioccia, senza sottovalutare gli altri senior Vernillo e Cuomo. Lo stesso si può dire per il Foggia che resta un campo ostico soprattutto vedendo la caratura di alcuni giocatori di grande esperienza ben allenati da coach Vigilante» e conclude «ci aspetta ora un periodo di duro lavoro che speriamo di poter svolgere con la massima tranquillità soprattutto nel recupero degli infortunati».

Due mesi importanti per la grande famiglia dell’AP Peugeot Tartarelli, ad un passo dalla promozione traguardo certamente alla portata a condizione che alla ripresa delle ostilità la formazione recuperi determinazione, continuità ed impegno ben profusi nella prima fase.