I TUMORI, I GIOVANI E LA PREVENZIONE – Incontro con l’oncologa dott.ssa Laura Scaltriti

Si è svolto oggi, 13 gennaio 2018, presso la sede del settore Tecnologico un interessantissimo incontro di approfondimento sul tema: “I TUMORI, I GIOVANI E LA PREVENZIONE”.
Protagonista è stata l’oncologa, dott.ssa Laura Scaltriti, già Direttore di Struttura Oncologica Dipartimentale presso AUSL di Reggio Emilia, che ha parlato agli studenti delle classi dell’indirizzo di Biotecnologie sanitarie dell’Istituto di prevenzione. “La parola chiave è prevenzione”: con queste parole ha aperto l’incontro la dott.ssa Scaltriti, ricordando quanto sia importante che il tumore venga diagnosticato in tempo per riuscire a sconfiggerlo.
“L’insorgenza del cancro è determinata da due fattori quello genetico e quello alimentato dai fattori di rischio ambientali. Per questi ultimi è molto importante la prevenzione e mantenere corretti e adeguati stili di vita: la salute si costruisce giorno dopo giorno con scelte consapevoli.
Ridurre sensibilmente il rischio di ammalarsi di cancro è possibile osservando semplici regole di vita quotidiana -ha puntualizzato il medico- tra cui non fumare, svolgere attività fisica, evitare l’obesità, curare l’alimentazione, preferendo cibi antiossidanti come l’olio extravergine d’oliva, frutta e verdura.
Il compito della scuola è quello di informare i giovani affinchè assumano sempre più comportamenti e stili di vita corretti.
Per ridurre le possibilità di insorgenza di un tumore è perciò necessario essere informati sulla tappe principali che caratterizzano una corretta prevenzione. In primo luogo la cosiddetta prevenzione primaria che si attua eliminando le cause che stanno alla base di un tumore. La prevenzione secondaria è essenziale e riguarda la realizzazione di una diagnosi molto precoce che permetta di prendere e curare il tumore in tempo grazie alle sue dimensioni ridotte. In tal senso diverse associazioni svolgono annualmente diverse campagne di screening, ad esempio, per il tumore alla mammella.
La lezione, organizzata nell’ambito delle attività di Educazione alla salute, e che ha visto protagonisti attivi e partecipi gli studenti -guidati dalle proff. Brescia, Mansueto, Mazzarella e Ratti- ha avuto lo scopo di sensibilizzare questi ultimi a un corretto stile di vita che può essere sintetizzato in poche e semplici regole tra cui: non fumare, combattere l’obesità, i processi di infiammazione cronica nei giovani facilitano infatti la manifestazione del cancro, ridurre patologie come il diabete, l’arteriosclerosi e l’insufficienza respiratoria.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof. Pietro Netti

Questo slideshow richiede JavaScript.