Toto-premier, auspicabile una donna per Franco Muolo

Leggo di molti nomi maschili giá indicati ed altri autoindicatisi dello stesso sesso, quali possibili candidati a ricoprire la carica di premier per le prossime consultazioni elettorali. Ma del genere femminile mai a parlarne, salvo qualche isolata eccezione. Eppure il ruolo della donna in politica sta assumendo una valenza sbalorditiva, basti fare un solo nome per restare nell’ambito dell’Unione Europea: Angela Merkel.
   Scrivere della cancelliera Angela Merkel, dopo che ha governato ininterrottamente la Germania e tenuto strettamente sotto controllo estremisti e populisti per ben dodici anni, era facile fino a un mesetto fa. Ma oggi, che è stata nuovamente eletta per il quarto mandato consecutivo, nonostante la drastica riduzione dei consensi elettorali, è più arduo al solo parlarne senza la preoccupazione di sbagliare. 
   Così sembrerebbe, se non si esaminassero i suoi trascorsi politici, tutti rivolti al benessere del suo popolo. Si è sempre pensato che la Merckel abbia governato per rendere la Germania la più forte economicamente fra le nazioni europee. E che adesso, per l’ascesa politica dell’Afd si è portati a pensare che la “mutti” teutonica dovrà necessariamente cambiare atteggiamento “buttando a mare” la causa dei migranti per non perdere la sua popolarità. 
   Credo invece che terrà la barra dritta per due semplici ragioni. Prima, perchè è stata sempre convinta che l’unificazione della Germania Est avrebbe rafforzato e consolidato il rapporto socio-ecomomico fra quelle popolazioni già divise da un muro per tantissimo tempo. Seconda, perchè l’afflusso dei migranti è servito e servirá ancora per sopperire alla carenza delle nascite. Basterebbero queste due buone ragioni a dare sicurezza alla governabilità della cancelliera. Ragioni che, al contrario, non sono per niente riscontrabili nella politica del crescente populismo professato dalla leader di estrema destra Alice Weidel. 
   I nostri politici avrebbero moltissimo da imparare da Angela Merkel, puntando sia nella vera unificazione Nord-Sud del Belpaese, sia nel pianificare meglio i flussi migratori per sopperire alla mancanza di tutti quei lavori che in Italia nessuno vuol fare più.
   Franco Muolo

300 Visite totali, 1 visite odierne

Redazione The Monopoli Times

"The Monopoli Times, la nuova frontiera dell'informazione" - www.monopolitimes.com Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Bari R.G. 4349/2014 Reg. Stampa 33

Lascia un commento