A far cadere la scelta su di lui, le sue indubbie capacità di gestione degli Under15

Il promonopolitano Mauro Susca è uno dei due nuovi componenti della Commissione Tecnica Regionale per il quadriennio 2017-2020. Le sue indubbie capacitá di gestione della squadra Under15 ha portato il Coordinatore Massimo Biondi (Cus Bari) a nominare Mauro e Saverio Binetti (Cus Bari) suoi collaboratori.
Sono di competenza della Commissione Tecnica Regionale:
1. la divulgazione degli indirizzi di tecnica di voga e di metodiche di allenamento
emanati dalla Direzione Tecnica Nazionale;
2. la verifica diretta dell’applicazione di tali principi nonché delle risultanze ottenute;
3. l’organizzazione ed i controllo dei test di valutazione tecnica e fisiologica così come
previsto dai programmi nazionali e regionali e l’inoltro dei risultati e statistiche alla
Direzione Tecnica Nazionale, nonché l’organizzazione degli accessi regionali dei
responsabili di settore;
4. l’organizzazione di raduni e test valutativi di varia natura per le categorie giovanili
(cadetti/ragazzi) e l’elaborazione e comunicazione dei risultati degli stessi alla
Direzione Tecnica Nazionale ed in particolare ai responsabili del settore Juniores;
5. il coordinamento dell’attività tecnica e la formazione di eventuali equipaggi misti per
le rappresentative regionali;
6. l’organizzazione, in collaborazione con il Consiglio Regionale, dei corsi per la
preparazione, la formazione e l’aggiornamento dei tecnico con la qualifica di
allenatore di 1° e 2° livello così come previsto dal Regolamento Albo Allenatori di
Canottaggio;
7. l’organizzazione, in collaborazione con il Consiglio Regionale, delle manifestazioni
scolastiche a carattere regionale, nonché il supporto e la consulenza alle Società
nella proposizione uniforme del Progetto Remare a Scuola;
8. la docenza, ove previsto nei piani di studi, presso i Licei Sportivi;
9. l’organizzazione almeno due volte nel quadriennio olimpico, di concerto con la
Direzione Tecnica Nazionale o con la Scuola dello Sport del CONI, di Conferenze
Regionali su temi tecnico/scientifici di attualità che danno diritto a n°4 crediti
formativi per il mantenimento dell’iscrizione all’albo allenatori;
10. contribuisce alla cura dell’anagrafe regionale per quanto riguarda atleti e tecnici;
11. lo studio di ogni altro problema afferente la sfera tecnica affidatole dal Consiglio
Regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.