Sfida d’alta classifica al Pala Ipsiam

Sfida d’alta classifica quella che si è disputata al Pala Ipsiam a Monopoli domenica 22 dicembre tra AP Peugeot Tartarelli Monopoli e Pallacanestro Lupa Lecce decisa nel rush finale con il risultato di 79-81. La partita si preannunciava con un alto tasso di difficoltà sia per i ragazzi di coach Cazzorla con l’obiettivo di rimanere nelle parti alte della classifica, sia per la Lupa che voleva consolidare a tutti i costi la seconda posizione in classifica forte di un roster di categoria superiore. Quella che è andata in scena sul parquet monopolitano è stata una gara dal punteggio equilibrato ma di forte impatto sportivo in cui sul campo entrambe le squadre hanno mostrato forza e determinazione. Rollo (22) e compagni hanno interpretando al meglio i dettami dello staff tecnico giocando i primi due quarti in maniera quasi impeccabile. La lucidità dimostrata su entrambi i lati del campo ha impedito ai leccesi di prendere vantaggio sia nelle soluzioni di gioco che nel punteggio. Con i canestri di Feruglio (15) ed il supporto tecnico di Persichella (2), l’AP tiene botta chiudendo prima dell’intervallo lungo in vantaggio 44-42. Il terzo quarto è un monologo del leccese Longo: il suo quattro su quattro dalla linea dei tre punti scava un solco fra le due squadre e porta la Lupa in vantaggio di otto (58-66) punti sui nostri che si fanno trovare impreparati anche in attacco contro la difesa a zona giallorossa.

L’ultimo atto è ricco di colpi di scena, la grinta dei giocatori in campo porta l’AP ad avere lo scatto d’orgoglio giusto per inseguire Lecce. Negli ultimi due minuti i monopolitani ci credono ancor di più dopo l’uscita dal campo per cinque falli del monumentale Mocavero (30). Un canestro di Palmitessa (12) e la bomba di Marseglia (18) portano sul meno uno. Gli ultimi secondi sono concitati, l’AP riesce ad andare più volte alla conclusione senza andare a segno. Cazzorla non poteva chiedere di più ai suoi che hanno cercato la vittoria fino alla fine, infatti a fine partita dichiara «c’è un po’ il rammarico di aver perso una bella partita, soprattutto se si pensa alle tante occasioni perse, sicuramente manca ancora il giusto cinismo ogni volta in cui siamo noi ad avere un break a favore. Sapevamo che loro avrebbero costruito il gioco soprattutto in post basso, devo però ammettere che hanno giocato con delle percentuali notevoli da tre punti soprattutto con giocatori esterni dal perimetro. Per quanto riguarda noi, forse, dovremmo essere un po’ meno nervosi perché alla lunga diventa solo uno spreco di energie». Questa settimana c’è un piccolo tour de force in vista del recupero della terza giornata del girone di ritorno contro Anspi S. Rita giovedì 26 alle 20:30, «a distanza di soli quattro giorni» spiega il coach «ci è toccato giocare prima con la seconda e poi con la prima in classifica, dobbiamo tenere alta l’attenzione e lavorare».

Al termine della gara Tonino Bray commenta questa vittoria al cardiopalma «è stata una partita molto difficile perché avevamo di fronte una squadra ben allenata da Massimo Cazzorla, dal canto nostro avevamo assenze importanti: Colella, Sirena e Zezza. Abbiamo interpretato bene la gara giocando bene in difesa, nonostante qualche momento di calo. A specchio posso dire che anche Monopoli ha avuto alti e bassi, nonostante sia una squadra che ha la velocità nel dna e dei giocatori che sanno mettere in difficoltà» e conclude «in queste partite succede che vinci molto spesso per un episodio o un canestro» così come è accaduto.

Giovedì l’AP Peugeot Tartarelli Monopoli è impegnata in una partita importante contro la prima in classifica, l’Anspi S. Rita Taranto. Sabato 28 gennaio alle ore 18 riprende lo svolgimento regolare del campionato con la sesta giornata del girone di ritorno al Pala Melfi contro la giovane squadra del Presidente Guadalupi, Assi Brindisi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.