La Conferenza delle Associazioni per la Difesa delle Strutture sanitarie cittadine denuncia una mancanza di coordinamento tra i vari Enti

CONFERENZA delle ASSOCIAZIONI per la
DIFESA delle STRUTTURE SANITARIE CITTADINE
Via V.Consoli,19 – 70043 MONOPOLI(BA) Monopoli, 17 gennaio 2017
Tell: 080.808208 – 368.3718174 – Fax 080.2142402
E-mail: comsanitasmonopoli@libero.it__________
Prot. n. 1/2017
Risposta a nota n._______del_____
Allegati n.____________________

Ill.mo Signore
Dott. Michele EMILIANO
Presidente Giunta Regionale Pugliese
B A R I

Ill.mo Signore
Dott. Giovanni GORGONI
Direttore Dipartimento
Promozione della Salute e del Benessere
Regione Puglia
B A R I

Ill.mo Signore
Dott. Giuseppe ROMANO
Presidente III^ Commissione Consiliare
Sanità – Servizi Sociali
della Regione Puglia
B A R I

Ill.mo Signore
Dott. Vito MONTANARO
Direttore Generale ASL BA
Lug.ra Starita,6
B A R I

e p.c. Ill.mo Signore
Ing. Emilio Romani
Sindaco di
MONOPOLI

Spett/li
Organi di Informazione
LORO SEDI

Oggetto: Declassato l’ospedale “S. Giacomo” di Monopoli: VERGOGNA!

Come avevamo ampiamente previsto e scongiurato il nostro ospedale è stato definitivamente declassato a livello di base.
Eppure questo Comitato, sempre attento alle problematiche sanitarie del nostro territorio, sin dal 3 marzo 2016 aveva messo in allarme chi di dovere su tale paventata ipotesi con la nota inviata al Presidente della Giunta Regionale Pugliese che si riporta più sotto e si conferma per la sua attualità.

Ma chi doveva intervenire per tempo non lo ha fatto ed ora ci troviamo subire un’ulteriore beffa con grave danno alla salute dei nostri concittadini e non solo.

Ed a che servono ora le assicurazioni forniteci dal Direttore Generale della nostra ASL che a seguito di una nostra nota rispondeva, in data 24 novembre 2016, che il primario di ortopedia sarebbe stato nominato?

Denunciamo, quindi, una mancanza di coordinamento tra i vari Enti preposti alla difesa della nostra salute.

Non solo, ma come è possibile, come pure dichiarato dal nostro sindaco, conciliare quanto previsto dal Piano Regionale della Salute che prede la costruzione di un nuovo ospedale tra Monopoli e Fasano ed il Piano di Riordino Ospedaliero, appena approvato, che riduce il nostro ospedale a livello di base?

Riportiamo qui sotto, quindi, l’appello inviato al dott. Emiliano che ancora ora riteniamo valido con la speranza di un ripensamento.
Ma in caso negativo è necessario che tutte le forze politiche, amministrative e sociali si mobilitino perché il nefasto provvedimento venga modificato.

************************************

CONFERENZA delle ASSOCIAZIONI per la
DIFESA delle STRUTTURE SANITARIE CITTADINE
Via V.Consoli,19 – 70043 MONOPOLI(BA) Monopoli, 03.03.2016
Tell: 080.808208 – 368.3718174 – Fax 080.2142402
E-mail: comsanitasmonopoli@libero.it__________
Prot. n. 6/2016
Risposta a nota n._______del_____
Allegati n.____________________ Ill.mo Signore
Dott. Michele EMILIANO
Presidente Giunta Regionale Pugliese

B A R I

Oggetto: Assurdo!
Declassato l’ospedale “S. Giacomo” di Monopoli

Con grande sorpresa e sgomento apprendiamo che la Giunta Regionale Pugliese da Lei presieduta, approvando il Piano di Riordino Ospedaliero, ha relegato il nostro ospedale a semplice “ospedale di base”, cioè al livello più basso!

Ed esaminando attentamente detto Piano, si rileva che tutto il sud-est barese è privo di un ospedale di primo livello!

Mentre assistiamo all’assurdo di vedere ben due ospedali di 1° livello a soli 10,9 km di distanza tra loro: il “Bonomo” di Andria ed il “Dimiccoli” di Barletta.
Ed inoltre è stato assegnato il 1° livello all’ospedale “Delli Ponti” di Scorrano un comune di soli 7009 abitanti ed a soli 34 km. da Lecce!
Per non dire di altre situazioni similari.

Di conseguenza con un simile atto ha buttato alle ortiche 24 anni di paziente lavoro di questo Comitato, lavoro fatto di incontri, proposte, proteste ed iniziato quando Lei ancora non si interessava di Sanità!
Eppure l’avevamo preavvertito con un nostro fax del 26 febbraio scorso che non avremmo accettato ridimensionamenti!

E’ vero che Lei ha dichiarato che gli ospedali di base, che dovrebbero contare solo su poche UU.OO. (anestesia; pronto soccorso; medicina; chirurgia; ortopedia) potranno conservare le ulteriori discipline esistenti (e ci mancava altro che ce le chiudesse!) ma è pur vero che se queste ultime nell’arco del prossimo biennio non riusciranno a mantenere un adeguato livello di operatività, saranno soppresse!
Ma come si potrà realizzare ciò senza primari che fanno da polo di attrazione e con scarse risorse che certamente agli ospedali di base saranno ridotte?

E quando sarà realizzato il nuovo ospedale che cosa ci metterete dentro?
Avverrà ciò che sta succedendo all’ospedale di Altamura dove c’è un grande contenitore quasi vuoto?

E siamo certi che i primari attuali rimarranno in un “povero” ospedale di base o cercheranno, come già si vocifera, una sede più prestigiosa?

E verranno in un ospedale di base primari di qualificata esperienza sui posti per i quali sono stati banditi i concorsi (ma arriveranno?).

Quindi un grave danno alla nostra città ha prodotto detto piano nel silenzio più assoluto.

Ma si è reso conto di cosa rappresenta la Città di Monopoli nel contesto regionale?

Certamente ha portato a tale assurda decisione il fatto che Monopoli paga lo scotto di non avere rappresentanti in Regione capaci di difendere i propri legittimi interessi!
Né una classe politica all’altezza del compito!

Il Coordinatore
(Prof. Angelo Giangrande)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.