Rinviata la 65^ Sacra Rappresentazione dei Magi di Antonelli

E’ in programma per sabato 14 gennaio alle ore 18:30

A causa delle avverse condizioni meteorologiche della scorsa settimana, la 65° Sacra Rappresentazione dei Magi di Antonelli prevista per il 6  e 7 gennaio è stata rinviata a domani (sabato 14 gennaio 2017) alle ore 18:30; in caso di maltempo la rappresentazione avrà luogo all’interno del Santuario “Maria Regina”.

La fredda atmosfera invernale sarà riscaldata da croccanti pettole e cioccolata calda e dal calore di tutti coloro che vi parteciperanno.

Non è solo un evento unico sul territorio locale, ma addirittura nazionale.

Il testo sempre nuovo, attori che recitano dal vivo e numero di edizioni fanno di questo evento un fiore all’occhiello della tradizione delle Sacre Rappresentazioni. Nulla ha a che vedere con i presepi viventi, si tratta, invece, di uno spettacolo teatrale vero e proprio che utilizza come scenario privilegiato la magnifica facciata in stile romanico del Santuario “Maria Regina” di Antonelli.

STORIA
Nata nel lontano gennaio del 1952 ad opera dell’allora senatore monopolitano Luigi Russo, la Sacra Rappresentazione festeggia quest’anno il suo 65° anniversario e rientra tra le manifestazioni a carattere storico che hanno un valore culturale di enorme rilievo. Basti pensare che gli attori, tutte persone del luogo che di anno in anno si ritrovano per questo immancabile appuntamento, iniziano a provare su un copione riscritto ogni anno su un tema differente, già dalla fine dell’estate. Un lavoro di enorme portata che prevede anche l’intervento di coreografie, luci e musiche, quest’anno composte e arrangiate apposta per la Rappresentazione dal maestro Paolo Messa ed eseguite dall’ensemble “Carloquinto”.

Nulla è lasciato al caso, lo spettatore deve sentirsi coinvolto appieno nella Rappresentazione e immergersi emotivamente. Un’altra novità di quest’anno che riprende le prime edizioni della Sacra Rappresentazione è l’ambientazione nel villaggio di Nazareth, con le sue botteghe, le sue locande e le sue stalle, il pozzo, il lavatoio ed il mercato. Un’esperienza a tutto tondo che si pone l’obiettivo di trasmettere un messaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.