Gentile Direttore,
dalla foto che mostro in allegato si evince che Burian, il vento gelido proveniente dalla steppa russa, si sta facendo strada sul nostro territorio. La tramontana che si porta al seguito comincia in lontananza a far ribollire lo sky-line dell’orizzonte del tratto di mare che s’intravede da cala Portavecchia. Porterà, come prevedono tutti i meterologi presenti in tv e anche molti nostri anziani agricoltori, freddo pungente e soprattutto neve a bassa quota sulla nostra città e campagna. L’avvenimento farà la gioia di cittadini, grandi e piccini, che saranno spronati a costruire pupazzi di neve con le sembianze della befana con la ramazza in mano. Non farà certamente lo stesso piacere, invece, alla maggior parte dei sedicimila abitanti delle nostre contrade che, se la neve dovesse cadere copiosa come avvenne nell’inverno del 1956, potrebbero non gioire a causa del blocco della viabilità e per la conseguente difficoltá di effettuare approvvigionamenti di viveri e carburanti. Leggiamo che il Comune di Monopoli ha provveduto ieri e in tempo utile, con determina dirigenziale, ad affidare a terzi il servizio di spargisale sulle strade e la disponibilità di uno spalaneve in caso di necessità per la durata di un mese. Bene ha fatto la Civica amministrazione a tenere alta l’attenzione per far sì che i disagi della popolazione vengano affrontati con prontezza, nella speranza, però, che la precedenza degl’interventi eventuali e puntuali sia diretta verso il territorio extraurbano, per i motivi suesposti.
Franco Muolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.