Impegnati anche gli uomini della Guardia Costiera di Monopoli 

COUNT DOWN” è il nome dato dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto all’operazione di polizia marittima per il controllo della filiera della pesca condotta in tutto il territorio nazionale nello scorso mese di Dicembre, e che ha visto impegnati gli uomini dell’ufficio Circondariale marittimo di Monopoli, sotto l’attento coordinamento  dalla Direzione Marittima di Bari.

L’operazione svolta nel periodo pre natalizio ed indirizzata al controllo della qualità dei prodotti ittici consumati sulle nostre tavole ed in particolare prima e dopo il “conto alla rovescia” della cena di fine anno, si è posto l’obbiettivo di tutelare maggiormente i consumatori e garantire il rispetto delle disposizioni normative che disciplinano la commercializzazione dei prodotti della pesca e la tutela dell’ecosistema marino.

Numerose le attività ispettive eseguite su tutto il territorio di competenza – nei Comuni di Monopoli, Polignano, Conversano, Locorotondo, Noci, Putignano, Sammichele, Castellana, Alberobello – svolte dai militari della locale Guardia costiera, a terra ed in mare, alle unità da pesca in attività ed allo sbarco del prodotto ittico, nei punti vendita all’ingrosso e al dettaglio e ai mezzi di trasporto, tutto allo scopo di verificare ogni tipo di violazione inerente il rispetto delle taglie minime e delle specie protette, la corretta etichettatura dei prodotti e la tenuta della documentazione attestante la tracciabilità.

Nel complesso l’attività posta in essere nel Circondario di competenza ha prodotto i seguenti risultati: 16 SANZIONI AMMINISTRATIVE ELEVATE PER UN IMPORTO COMPLESSIVO DI OLTRE € 25000, UNA NOTIZIA DI REATO PER FRODE IN COMMERCIO AGGRAVATA, OLTRE 4 TONNELLATE DI PRODOTTO ITTICO SEQUESTRATO.

L’operazione “COUNTDOWN” ha visto operare il personale delle Capitanerie di Porto al fine di tutelare gli “anelli deboli” della filiera ittica, ovvero le specie ittiche sottoposte a particolare protezione, il consumatore finale – per evitare possibili frodi e assicurare un prodotto tracciabile e sicuro – fino agli onesti professionisti del settore che con sacrificio adempiono agli obblighi di legge proponendo prodotti di qualità e certificati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.