Approvato, in Consiglio Metropolitano, il Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Bari

Dalla Città Metropolitana di Bari arrivano per Monopoli ben tre milioni e 500 mila euro, che saranno destinati alla realizzazione del secondo lotto della riqualificazione del fronte mare all’altezza di Palazzo Martinelli.

A dare la notizia è il Consigliere Metropolitano, nonchè Consigliere Comunale di Monopoli, Franco Leggiero.

Il 30 dicembre scorso, infatti, si è tenuta una seduta del Consiglio Metropolitano, durante la quale è stato approvato il Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Bari da 230 milioni di euro a disposizione dell’intero territorio dell’area metropolitana, definito nell’ambito dell’accordo siglato il 17 maggio scorso tra la Città metropolitana di Bari e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che prevede un finanziamento di 230 milioni di euro per opere infrastrutturali strategiche e servizi da realizzarsi nel territorio dei 41 Comuni dell’area metropolitana. A quell’incontro aveva partecipato anche il Sindaco di Monopoli Emilio Romani.

 Il piano prevede interventi per le infrastrutture in tutti i 41 comuni dell’aera metropolitana, in particolare per la mobilità sostenibile, per la innovazione della pubblica amministrazione e realizzazione di reti intelligenti per la connettività urbana. L’intervento più importante riguarda la realizzazione di un waterfront metropolitano che riguarda sei Comuni della costa dell’area metropolitana (Molfetta, Giovinazzo, Bari, Mola, Polignano e Monopoli) al fine di ricucire il rapporto tra i centri urbani e il loro waterfront per dare continuità alle politiche di rigenerazione del paesaggio urbano costiero.

Il Palazzo Martinelli fu realizzato nel 18° secolo sulle antiche mura di cinta. Fu posseduto prima dai Bandino, poi dai Carbonelli e dai Lentini e infine dai Martinelli, che lo acquistarono a fine Settecento. L’edificio, su tre livelli, si affaccia sul porto e conserva ampie finestre settecentesche con timpani a pagoda ed archi a tutto sesto. Un notevole effetto scenografico produce il loggiato, eretto su tre arconi, che si affaccia sul porto con otto arcate ogivali, in stile neogotico, ed una balconata con balaustrini. All’interno, oltre l’ampio androne, è presente un cortile con una bella scalinata aperta in loggiato settecentesco a tre ordini.

Accanto ai progetti da realizzare in questa prima fase, ciascuno dei sei Comuni ha già individuato ulteriori interventi da realizzarsi, che saranno oggetto di un successivo concorso di progettazione la cui regia sarà affidata alla Città metropolitana per garantire il necessario coordinamento tra i diversi interventi. Per il Comune di Monopoli oltre al completamento del recupero e valorizzazione di Palazzo Martinelli, andranno a concorso il Masterplan del waterfront della città storica che comprende il Castello, la biblioteca comunale, palazzo Martinelli, con messa a sistema di tutti i contenitori culturali presenti sul tratto costiero dal compendio sportivo su via Procaccia fino agli ex cantieri navali di cala Fontanelle e recupero del convento San Leonardo da adibire a visitor center / casa delle associazioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.