Partecipazione ai Gal: il Tar accoglie istanza del Comune

L’8 novembre sarà trattato il ricorso contro l’esclusione dalle misure di finanziamento

Con decreto n. 500 del 26 ottobre del Presidente Giuseppina Adamo, il Tar Puglia ha accolto l’istanza del Comune di Monopoli di abbreviazione dei termini, riducendoli a metà per la trattazione dell’istanza cautelare e fissando per il prossimo 8 novembre la trattazione collegiale la camera di consiglio in merito al ricorso contro la Regione Puglia e Autorità di Gestione del PSR 2014/2020 (non costituito in giudizio) sull’esclusione del Comune di Monopoli dal Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) che di fatto comporta anche la mancata partecipazione al Feamp (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca), con impossibilità di adesione ai gruppi di azione locale (Gal).

Il Comune di Monopoli, consapevole degli effetti negativi derivanti dalla mancata partecipazione ad un Gal e di quelli derivanti dalla mancata partecipazione alle azioni di promozione e valorizzazione del territorio e delle proprie peculiarità, sia nel comparto agricolo che in quello della pesca, e di quanto ciò possa essere importante anche in chiave turistica, ha proposto ricorso al Tar, con richiesta cautelare di sospensiva, ribadendo la propria ammissibilità sia al Feasr che al Feamp. Il Tar Puglia l’8 settembre scorso ha accolto l’istanza cautelare. Nel frattempo, il 25 luglio è stato approvato con determina n. 250 dell’Autorità di Gestione PSR Puglia 2014 – 2020 l’avviso pubblico relativo alla “selezione dei nuovi GAL” – PSR Puglia 2014-2020 Misura 19.2 riproponendo nuovamente i motivi ostativi che escludo la possibilità di partecipazione da parte del Comune di Monopoli. L’Ente, animato dall’unico interesse di permettere al proprio territorio di partecipare al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 e intenzionato ad abbandonare il contenzioso attivato, continuava a richiede invano l’individuazione di una soluzione. Pertanto, lo scorso 29 settembre l’Ente ha proposto ulteriore ricorso al Tar.

Nel ricorso si chiedeva l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, e nei limiti in cui non consentono al Comune ricorrente di partecipare all’avviso pubblico rivolto alle comunità locali della Puglia, della determina n. 57 del 15 aprile 2016 dell’Autorità di Gestione del PSR 2014/2020. Inoltre, si chiedeva l’annullamento, nei limiti in cui non consentono al Comune di partecipare alla selezione delle proposte di strategie di sviluppo locale dei Gal, della determina n. 250 del 25 luglio 2016 dell’Autorità di Gestione del PSR 2014/2020, con la quale è stato approvato il bando pubblico per la selezione delle proposte di strategie di sviluppo locale dei Gal; della determina n. 303 del 14 settembre 2016 della medesima Autorità, con la quale sono state approvate le modifiche e la proroga del termine per la presentazione delle domande per la selezione delle proposte di strategie di sviluppo locale dei Gal; e della determina n. 321 del 17 ottobre 2016 dell’Autorità di Gestione del PSR Puglia 2014-2020, recante conferma della non ammissione alla procedura di finanziamento del territorio del Comune di Monopoli in quanto non è stato interessato dalla programmazione Leader 2007-2013.

Il Tar ha ritenuto che “ricorre un caso di estrema gravità ed urgenza tale da non consentire la dilazione fino alla data della camera di consiglio, laddove il Comune rischi concretamente di essere escluso in via definitiva dalle misure di finanziamento, nell’ambito delle quali deve essere perfezionata l’individuazione dei GAL entro il 29 ottobre 2016”. Pertanto, l’istanza è stata ritenuta “meritevole di accoglimento, atteso che risulta già fissata per il giorno 8 novembre 2016 la camera di consiglio per la trattazione dell’istanza cautelare collegata al ricorso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.