Questo slideshow richiede JavaScript.

Scoperta oltre 40 anni fa, è ubicata in contrada Sicarico

Nelle scorse settimane, i giovani speleologi monopolitani Daniela Levita e Davide Deleonibus del Gruppo Puglia Grotte di Castellana Grotte hanno riesplorato la Grotta del Segnale, una cavità di proprietà privata scoperta oltre 40 anni fa in contrada Sicarico (lungo la Strada Provinciale 237 che collega le città di Monopoli e  Castellana Grotte), per anni, lasciata nel dimenticatoio e occultata da una base in cemento e da una grata, sulla quale sono cresciuti rovi e cespugli.

Con l’inizio del nuovo anno ed alcune segnalazioni, animati da grande curiosità, i due esploratori hanno cominciato le ricerche della caverna sino al suo ritrovamento.

“Il nome della cavità che ancora non dispone di un numero per il suo inserimento ufficiale nel Catasto delle Grotte della Regione Puglia – spiegano – nasce, ironicamente, dal fatto che al momento della scoperta, abbiamo rinvenuto un segnale stradale che occludeva l’ingresso. L’ambiente, a cui si accede da un pozzo poco profondo di circa 5 metri, è composto da un’unica grande camera a forma di fuso che nel punto più profondo raggiunge l’altezza massima di 8 m. Degne di attenzione sono le concrezioni che vi troviamo all’interno: l”estremità nord è caratterizzata da una notevole presenza di stalattiti, stalagmiti e coralloidi, mentre nell’estremità sud troviamo un piccolo laghetto”.

L’attività speleologica, lo studio e la documentazione all’interno della grotta è proseguita per diverse settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.