La discussione si è infiammata soltanto sull’annosa questione rifiuti con un botta e risposta tra i consiglieri Suma e Marasciulo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giovedì scorso, maggioranza ed opposizione si sono date appuntamento presso la Sala Consiliare “Ignazio Perricci” a Palazzo di Città per l’esamina di sette punti all’ordine del giorno, tra cui quello dell’approvazione del Rendiconto dell’esercizio finanziario 2015.

Tuttavia, a quest’importante appuntamento, era assente l’Assessore alle Finanze Serafino Mitrotti per motivi (che esulano dalle nostre competenze).

Dopo la “Lettura ed approvazione verbali sedute precedenti”, la massima Assise cittadina con 15 voti favorevoli (stessa votazione per immediata esecutività) con il “Riconoscimento di legittimità di debito fuori bilancio per sentenza esecutiva emessa dal Giudice di Pace di Monopoli nella causa vertente contro il Comune di Monopoli per il risarcimento danni da insidia stradale (BARNABA RITA)” e con 17 favorevoli 2 astenuti ha licenziato anche il “Riconoscimento di debito fuori bilancio per sentenza esecutiva emessa dal Giudice di Pace di Monopoli nella causa vertente contro il Comune di Monopoli per opposizione alla sanzione amministrativa (PICCALUNGA AURELIA)” per poi incanalarsi sulla discussione sul rendiconto, approvato in seduta conclusiva del 17 maggio dalla commissione con 4 voti favorevoli e due astenuti (Comes e Pennetti). Nella fase dei chiarimenti è intervenuto il consigliere comunale Paolo Comes di “Manisporche” per sottoporre al Dirigente Spinozzi alcune perplessità in merito all’avanzo di amministrazione (vincolato o libero), chiarite anche dal Sindaco Emilio Romani: “i numeri – ha affermato quest’ultimo – riescono a dare il passo alle considerazioni. Abbiamo un documento contabile da approvare e possiamo dire che continua la razionalizzazione delle spese con digitalizzazione, con la lotta all’evasione fiscale.. Con la firma del patto con la città Metropolitana – ha inoltre aggiunto – nel 2016, parte la programmazione”.

Insomma, migliorare le condizioni di redditività del patrimonio è la grande sfida dell’attuale Amministrazione Comunale e questa linea è fortemente sostenuta anche dal Primo Cittadino: “abbiamo comprato due scuole, altri palazzi; sul patrimonio immobilirare, le cose si sono fatte. Alla giusta battaglia sul tribunale – ha aggiunto – abbiamo contrapposto la scelta di utilizzare la struttura per gli uffici comunali, dimostrando di avere la giusta maturità politica. Abbiamo fatto tanto anche per i servizi a domanda individuale – ha commentato – queste sono quattro, cinque direttrici che sono il senso dell’operato di un’amministrazione” ha infine concluso.

Subito dopo il suo intervento, il provvedimento è stato messo in votazione e approvato con 16 favorevoli, 5 contrari e 7 assenti.

I lavori – sino a quel momento proceduti piuttosto speditamente – si sono fossilizzati sulla discussione per l'”Approvazione Regolamento Centro di Raccolta Comunale Multimateriale e Isole Ecologiche”, i cui lavori sono stati ultimati a fine gennaio: il Presidente della Commissione (riunitasi 3 volte sull’argomento) Franco Leggero ha così dato lettura del verbale, dal quale è emerso che nell’ultima riunione, il provvedimento è stato messo in votazione e approvato all’unanimità con la sola astensione del Consigliere Gianni Palmisano.

Dopo una breve pausa, il Consiglio Comunale ha provveduto anche all'”Approvazione del regolamento Comunale del servizio trasporto scuolabus” e all'”Adozione della variante al PUG programmatico del Comune di Monopoli per la modifica della perimetrazione delle maglie 28° e 29° in due maglie denominate 41° e 42° – Contesti residenziali di nuovo impianto in Contrada Antonelli”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.