Giovedì, ore 19:21

I piddini setacciano l’Amministrazione Comunale di poca incisività nell’azione amministrativa

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

All’indomani della notizia relativa al mancato ottenimento della Bandiera Blu 2016, il circolo del Partito Democratico di Monopoli ha convocato nel tardo pomeriggio di oggi presso la sede di via Castelfidardo una conferenza stampa per discorrere dell’argomento, strettamente correlato all’annosa questione connessa alle problematiche di gestione dei rifiuti solidi urbani.

“Non è sufficiente – ha incalzato il segretario cittadino Mimmo Diroma – che il Sindaco chieda scusa alla città. Il Consigliere Comunale con delega all’ecologia (Sergio Marasciulo) deve assumersi le proprie responsabilità” ha altresì tuonato.

Ad essere chiamata in causa è la poca incisività dell’Amministrazione Comunale nell’azione amministrativa, aggravata da “una campagna elettorale latente che la sta distraendo”: in buona sostanza, nell’affrontare i problemi; in materia di rifiuti, se gli amministratori si trincerano dietro ad un brutto tiro giocato dalla sfortuna, i piddini sostengono che una nuova gara d’appalto provvisoria avrebbe potuto permettere di apportare significative migliorie: “ma l’amministrazione ci rispose che nessuna ditta avrebbe fatto investimenti per sei mesi”.

Anche il depuratore secondo il Consigliere Comunale PD Paolo Comes: “dimostra i suoi anni e sarebbe ora di pensare ad un depuratore comune con Polignano a Mare, anche per evitare lo scarico di acque reflue in mare; c’è un milione e 200 mila euro come finanziamenti in conto capitale per il prolungamento della condotta fognaria – ha spiegato – anche nel centro storico – ha aggiunto Comes – la rete fognaria è da adeguare, perchè vecchia”.

Alla conferenza sono intervenuti anche il Segretario Regionale PD Marco Lacarra: “dimostrando attenzione per il territorio”, il delegato provinciale Adalisa Campanelli e, alcuni iscritti e simpatizzanti del partito.

 


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.