Venerdì, ore 13:47

Sabato 7 maggio alle 10 presso la Sala Topputi della Parrocchia S. Maria del Carmine

“Il mercato del lavoro sembra che oggi possa fare a meno dei cinquantenni. Ma siamo proprio sicuri che sia così? Noi crediamo che l’esperienza sia un plusvalore importante e fondamentale da mettere a disposizione di tante aziende”. 

La Grande Crisi ha messo nel mirino i cinquantenni, diventati “il target privilegiato delle ristrutturazioni aziendali”. I dati Istat segnalano come per i lavoratori maturi cresca sia l’occupazione sia la disoccupazione, ma è un effetto statistico legato all’invecchiamento della forza lavoro. Il problema dei lavoratori troppo giovani per andare in pensione e troppo vecchi per trovarne uno nuovo, è un problema a cui si presta ancora scarsa attenzione. Nel Mezzogiorno nel 2014 la fascia 45-54 anni ha registrato 260.300 persone in cerca di occupazione, mentre gli Over 55 sono stati 89.300. Un fenomeno che in Italia vede un primato maschile con il 57,7% di lavoratori in cerca di occupazione contro il 42,3% delle lavoratrici.

Per guardare in profondità e con responsabilità alla prospettiva di chi vive il dramma di perdere il lavoro a 50 anni, occorre calarsi nelle condizioni personali di chi si trova in questa soffocante situazione di stand by. GENERAZIONE 50 nasce proprio con l’intento di avviare un percorso di conoscenza e autovalutazione che offra a questi lavoratori la possibilità di fare rete e acquistare più consapevolezza del proprio valore in termini di opportunità per la società.

GENERAZIONE 50, organizzato dalla rete di imprese STRATERGICA, si terrà a Monopoli sabato 7 maggio dalle ore 10,00 presso la Sala Topputi della Parrocchia S. Maria del Carmine, con l’obiettivo di far dialogare insieme lavoratori disoccupati ultracinquantenni e alcuni imprenditori illuminati del territorio. Con la partecipazione del Presidente della Regione, Michele Emiliano,  che incontrerà i lavoratori e discuterà con loro delle possibili misure da adottare per fare della Puglia una regione all’avanguardia in materia di welfare e politiche sociali in favore di questa particolare categoria di lavoratori.

«L’obiettivo di Generazione 50 – spiega l’ideatore dell’iniziativa, Roberto Lorusso, esperto di pianificazione strategica – è quello di sollevare il velo che offusca il peso e il valore degli over 50 che, pur avendo maturato una lunga e importante esperienza lavorativa, vivono in un eterno limbo, muovendosi con un imbarazzo ben superiore a quello dei neolaureati perché hanno piena consapevolezza del loro valore e soffrono il peso della responsabilità di essere capifamiglia e assistono al dibattito nazionale sul tema del lavoro in cui non sono previsti e si sentono esclusi, isolandosi così sia dall’ambiente esterno che da quello familiare».

Nei confronti dei cinquantenni è dunque indispensabile allestire un sistema di inclusione sociale con cui accompagnare singoli progetti di reinserimento motivazionale, sociale, lavorativo.

L’iniziativa si propone di sviluppare una buona prassi capace di favorire da un lato, il reinserimento nel mondo del lavoro con professionalità accresciute. E, dall’altro, l’imprenditorialità come risorsa e come cultura, fungendo concretamente da supporto alla formazione, sviluppo e promozione di idee imprenditoriali.

E’ possibile registrarsi all’evento su: www.generazione50.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.