Venerdì, ore 13:38

Intervento dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli

Durante una banale lite, colpisce ripetutamente al capo la moglie con una mazzola e una tenaglia, riducendola in fin di vita.

È accaduto nella tarda serata di ieri a Conversano, dove i Carabinieri, su segnalazione pervenuta da personale del 118, secondo la quale presso l’abitazione di un’anziana coppia, a seguito di una lite, vi era una persona per terra in fin di vita.

Piombati sul posto, i Carabinieri hanno dovuto sfondare la porta per poter entrare in casa, nonostante i ripetuti tentativi di bussare alla porta.

All’interno i militari hanno trovato un anziano signore che stava inveendo con una tenaglia contro il capo di un’anziana signora, riversa per terra priva di conoscenza, in una pozza di sangue.

Disarmato ed immediatamente bloccato, il pensionato, identificato in un incensurato di 78 anni, è stato arrestato, con l’accusa di tentato omicidio.

La vittima, sua moglie 65enne, dopo le prime cure, è stata trasferita d’urgenza e ricoverata presso l’ospedale Di Venere di Bari, dove lotta tra la vita e la morte, per le numerose ferite riportate alla testa.

Dopo l’arresto, l’anziano, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato condotto presso la propria abitazione, agli arresti domiciliari.

Durante il sopralluogo, invece, sono stati sequestrati una tenaglia ed una mazzola, utilizzati per colpire la malcapitata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.