Questo slideshow richiede JavaScript.

Venerdì, ore 10:36

 

L’iniziativa mira a creare consapevolezza sulla proposta del Governo a Regioni e Comuni di autorizzare il gioco solo ai locali con art. 88

Cos’è la ludopatia; chi è in grado di riconoscerla e chi invece è consapevole dell’importanza del gioco.

Sicuramente coloro i quali hanno deciso di prendere parte alla prima tappa del tour “Vedo ma non vedo, gioco ma non gioco” che, lunedì scorso, ha preso il via da Monopoli, dove presso l’auditorium “Bianco-Manghisi” è stato ospitato il celebre Pippo Franco per un evento sulla ludopatia, organizzato dall’AGCAI in vista della proposta rivolta dal Governo a Regioni e Comuni di prevedere  il gioco solo nelle sale con art. 88 in base al numero di abitanti per paese.

Pertanto, “tutti i locali pubblici e i bar senza art. 88 non potranno più avere le macchine comma 6a” spiega il Presidente Benedetto Palese.

Questa decisione dovrà essere assunta entro il 30 aprile ed in vista di questa data, anche la Conferenza Stato-Regioni-Enti Locali dovrà necessariamente tenersi entro la fine del mese in corso.

L’iniziativa “Verso la Conferenza Stato-Regioni-Enti locali” organizzata dall’A.G.C.A.I. è stata patrocinata dal Comune di Monopoli ed ha inteso far comprendere alle istituzioni regionali e locali, attraverso il talk show di Pippo Franco: “che nelle sale ci sono macchine molto pericolose come le VLT che andrebbero proibite e non alimentate facendo andare tutti i giocatori in quelle sale mentre nei bar ci sono macchine 10 volte meno pericolose”.

Nella seconda parte della serata, infatti, ha preso piede un dibattito al quale hanno preso parte anche il Presidente del Consiglio Comunale di Monopoli Aldo Zazzera, l’on. Nicola Ciracì ed il Consigliere Regionale di Conservatori e Riformisti Ignazio Zullo.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.