Il Convento di San Leonardo nella vetrina “Invest in Italy real estate”

emilio-romani-presentazione-comitato-festa-patria-2015-16-(FILEminimizer)Martedì, ore 10:01

Per la concessione in uso ai privati con proprietà che resta pubblica

 

Con nota del 5 aprile il Sindaco di Monopoli Emilio Romani ha chiesto l’inserimento dell’ex convento delle monache benedettine di San Leonardo nell’ambito del programma “Valore Paese – Dimore” lanciato nel 2013 dall’Agenzia del Demanio,Invitalia ed Anci, in collaborazione con ilMinistero per i Beni e le Attività Culturali, ilMinistero per la Coesione Territoriale ed il Ministero per lo Sviluppo Economicoallo scopo di valorizzare immobili di pregio storico-artistico e paesaggistico e sviluppare i territori.

Nel febbraio 2013 il Comune di Monopoli candidò al programma l’immobile in questione che è risultato tra i 55 beni su 111 selezionati nella prima fascia (in Puglia, assieme alle candidature di Ruvo di Puglia e Monte Sant’Angelo). A partire dal 2014, tali immobili sono stati coinvolti in una serie di iniziative di promozione, al fine di individuare investitori privati(Fiere internazionali, nuovi veicoli di finanza immobiliare, ecc.) a cura di Invitalia e Agenzia del Demanio. Più di recente, nel quadro delle iniziative previste dal decreto “Sblocca Italia”, finalizzate a favorire le opportunità di investimento in Italia, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha avviato il progetto per la realizzazione di un applicativo web dedicato alla presentazione di offerte di investimento in immobili pubblici (http://www.investinitalyrealestate.com/en/), sul quale verrà promosso il Convento di San Leonardo.

In questo modo il recupero del patrimonio pubblico di pregio, viene inserito in una logica di partenariato pubblico-privato, mediante lo strumento normativo della concessione di valorizzazione che consente di sviluppare e valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico, attraverso l’assegnazione a operatori privati, del diritto di utilizzare gli immobili a fini economici per un periodo determinato di tempo, a fronte della loro riqualificazione, riconversione funzionale e manutenzione ordinaria e straordinaria.

«Nelle scorse settimane si sono diffuse notizie errate circa il destino dell’ex convento delle monache benedettine di San Leonardo, evidenziando la volontà dello Stato di venderlo. In realtà, con questo innovativo strumento messoci a disposizione dal governo, l’Ente ha la possibilità di affidare temporaneamente l’immobile ad un privato senza però cedere la proprietà che rimane pubblica. Nello stesso tempo l’immobile sarà riqualificato e fruibile per la collettività»,afferma il Sindaco Emilio Romani.

Attraverso lo strumento della concessione, l’investitore privato non grava il proprio business plan dei costi per l’acquisto degli immobili che rimangono di proprietà pubblica, mentre l’ente, incassa un canone per l’intera durata della concessione. Alla scadenza, il bene rientra automaticamente nella piena disponibilità dell’ente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.