PD (FILEminimizer)Mercoledì, ore 20:04

“L’interesse pubblico deve essere la stella polare”

Questo slideshow richiede JavaScript.

C’era una volta la cementeria..

E’ intitolata come l’inizio di una favola, la conferenza stampa che, questa sera, il locale Circolo del Partito Democratico ha convocato all’interno della sede di via Castelfidardo sulla spinosa questione dell’ex cementeria.

Una favola di cui – al momento – sarebbe difficile stabilirne il finale, se lieto oppure no. Questo è il punto interrogativo che angoscia e sgomenta i piddini.

La loro intenzione è infatti quella di riportare l’attenzione sull’argomento, all’indomani della presentazione di una proposta di Accordo di Programma per la “Riqualificazione urbana delle aree industriali dismesse dell’ex Cementeria dell’ambito portuale P1 del PUG di Monopoli con delocalizzazione di volume in C.da Lamalunga” che non garantirebbe l’interesse pubblico, che invece “deve essere la stella polare” come ha affermato il Consigliere Comunale Paolo Comes.

La questione è da riportare nell’alveo di quella che è sempre stata l’idea progettuale del PD: “noi – ha ricordato il segretario cittadino Mimmo Diroma – avevamo previsto un futuro ed uno sviluppo diverso di quell’area; il PUG da noi adottato (durante l’Amministrazione Leoci 2003-2008) è stato totalmente stravolto, partendo dall’ex Gaslini che finirà per essere abbattuto”.

Il capogruppo PD Michele Suma ha perciò rilanciato la proposta di riconvertire l’ex saponificio in un mercato ittico che, ad oggi, costituisce “un problema irrisolto”. A tal proposito, si suggerisce alle forze produttive della pesca di giocarsi quest’ultima occasione.

A dare una connotazione più tecnica sulla vicenda è stato Giampiero Risimini, rivangando le battaglie portate avanti in tal senso come quella delle relazioni di Oliva.

Tra l’altro, la questione relativa al calcolo delle volumetrie degli Oleifici Marasciulo sarebbe tutta da rivedere.

Ebbene si, perchè quest’accordo rischierebbe di creare un pericolosissimo precedente per tutta la costa a nord.

Pertanto, è necessario che la discussione sia riportata in Consiglio Comunale: “vedremo se l’Amministrazione Comunale aprirà il dibattito in commissione consiliare, come gli sarà richiesto, oppure se il Sindaco – tuonano i piddini – avrà il coraggio di prendersi la responsabilità di approvare l’Accordo di Programma in Giunta, bypassando questo passaggio”.

Per il gruppi consiliare del partito, la buona fede dell’amministrazione si potrà misurare soltanto con il dibattito.

 


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.