Giovedì, ore 11:47

Da novembre ad oggi, denunciati sei titolari

Ieri, il titolare (nominato custode giudiziale dei beni sottoposti a sequestro) di un cantiere navale recentemente sequestrato è stato segnalato alla Procura della Repubblica per omessa custodia e violazione dei sigilli.

Nel corso degli ordinari controlli effettuati dai militari sulle aree demaniali sottoposte a sequestro senza facoltà d’uso, infatti, si è rilevata la violazione dei sigilli e la contestuale occupazione abusiva ad opera di un’imbarcazione da diporto, che risultava ormeggiata presso un pontile di un locale cantiere navale sottoposto a sequestro penale preventivo.

Prosegue senza sosta l’intensa attività di vigilanza sui cantieri navali disposta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e avviata sin dal mese di novembre dai militari dipendenti dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Monopoli con l’ausilio del personale della Capitaneria di Porto di Bari, che ha portato grazie ad un’accurata attività di indagine alla denuncia di ben sei titolari di attività cantieristiche.

Da tali denunce ne sono scaturiti i conseguenti decreti di Sequestro Preventivo, emessi dai Giudici per le Indagini Preliminari su richiesta dei Sostituti Procuratori della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Bari, a cui si è provveduto a dare esecuzione.

capitaneria (FILEminimizer)


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.