Mercoledì, ore 18:21

Domenica 6 marzo alle ore 19.00 – 21.00 presso la Saletta Teatrale “Allegra Brigata”

Domenica prossima (6 marzo 2016) è in programma per le ore 19 e 21 presso la Saletta Teatrale “Allegra Brigata”, lo spettacolo teatrale “L’ULTIMO ATTO” scritto e diretto da Carlo Formigoni, liberamente tratto da “All that fall” by S. Beckett.

Nel 1954 Frank Beckett, irlandese, credente, e persona di indiscutibile onestà muore dopo una lunga malattia, per nulla confortato da quel Dio in cui sembrata tanto credere. Per suo fratello Samuel, drammaturgo e peccatore senza pari, tanta fede mal riposta sembra inconcepibile. Matura così in Samuel un sentimento di rancore verso Dio che si trasforma prima in una sorta di velenoso e irridente cinismo, poi in un sofferto silenzio. Il primo risultato di questa lotta contro Dio è un dramma radiofonico, All that fall, tutti quelli che cadono, scritto nel 1956 e incentrato sulle vicende di un uomo che, per puro sfizio, commette un delitto in barba a qualsiasi giudizio morale o di fede. Tanto se Dio non c’è, nessuno potrà punirti. Il testo venne mandato in scena nel 1957 alla BCC, e in Italia – tradotto da Lucentini – nel 1961 per poi non venire mai più trasmesso, censurato dagli ambienti ecclesiastici dell’epoca.
Più di cinquant’anni dopo Carlo Formigoni riprende l’idea di Beckett e riscrive completamente il testo per farne uno spettacolo teatrale tutto suo, che esplora in maniera inquietante e assai onirica il lato oscuro degli uomini quando togli loro tutti i sogni, le povere illusioni.

Il dominio oscuro dei nostri istinti può sorprenderci ed indurci ad azioni inimmaginabili.Solo ad un grande autore come Samuel Beckett poteva essere concesso di trasformare un mostro in uomo tra gli uomini
con
Angelica Schiavone
Carlo Formigoni
Giovanni Calella

Costruzione metallica Sandrino Crescenza
Dipinti/scenografia Giovanni Calella
Assistente alla regia Ada Lorusso

Regia Carlo Formigoni

Per assistere allo spettacolo è necessaria la prenotazione ai numeri 3475060978 – 3495293076.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.