Martedì, ore 20:43

Convegno in-formativo presso la Sala delle Terre Parlanti di Monopoli

Oggi pomeriggio presso la Sala delle Terre Parlanti di Vico Acquaviva, il tema della mediazione familiare è stato al centro di un convegno in-formativo intitolato “La Famiglia e le sue crepe”, organizzato nell’ambito del progetto “Famiglie al Centro” della Cooperativa sociale ITACA di Conversano e finanziato dall’ambito di zona Monopoli, Polignano a Mare e Conversano.

L’evento, patrocinato dalla V Ripartizione del Comune di Monopoli e dall’Associazione Avvocati Tribunale di Monopoli, era rivolto a tutti i professionisti che, a vario titolo, sono coinvolti nei processi di separazione (avvocati, mediatori, assistenti sociali etc.).

Lo scopo era quello di sollecitare una riflessione sulle crepe della famiglia contemporanea, colma di debolezze e contraddizioni; crepe prodotte da spinte individualistiche e spesso egoistiche, che conducono a tragiche fratture, con effetti dannosi su tutti i soggetti coinvolti, minori in particolare.

Un concreto aiuto può allora essere la mediazione familiare che, con la sua metodologia fondata sul dialogo, ha come finalità la continuità della funzione genitoriale, che deve essere garantita anche in caso di separazione coniugale. L’incontro diventa così occasione per promuovere il servizio di mediazione familiare di Ambito (nei Comuni di Conversano, Polignano a Mare e Monopoli) con la prospettiva di sensibilizzare il territorio ad una cultura familiare del dialogo e del rispetto reciproco. Si tratta di un confronto interdisciplinare, su una materia in cui avanza una cultura giuridica nuova che privilegia l’accordo, nel supremo interesse dei figli.

Particolare attenzione è stata dedicata al confronto fra il mediatore e gli altri professionisti che intervengono nell’ambito della separazione, così da fornire un utile contributo per individuare possibili nuovi strumenti e modalità di collaborazione fra i soggetti pubblici e i privati cittadini, che interagiscono nella vicenda separativa.

Nella parte conclusiva dell’incontro, sarà dato spazio alla diretta testimonianza di una coppia che ha seguito il percorso di mediazione, nel corso degli ultimi anni di lavoro sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.