Solidarietà e memoria storica presso l’ I.C. “Dieta-Sofo”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giovedì, ore 23:46

Sin dalla sua costituzione, l’Istituto Comprensivo “v. Dieta V. SOFO” ha scelto di essere al fianco di “AZIONE VERDE”, l’associazione umanitaria no profit che, con coraggio e determinazione, opera in Nigeria per raggiungere l’ambizioso obiettivo di dare scuola e futuro a centinaia di ragazzi, nel convincimento che l’istruzione e la formazione sono gli strumenti che possono cambiare il mondo. Il messaggio di “Azione verde” è quello di non prendersi cura solo delle farfalle, ma del giardino nel quale vivono: i fondi sono destinati a creare istruzione e, di conseguenza, dare avvio ad un processo di autosufficienza anche attraverso la costruzione di edifici scolatici. Venerdì 4 febbraio noi alunni della V. Sofo, insieme ai piccoli della primaria, abbiamo avuto un incontro inaspettato: è venuto a trovarci a scuola Don Bonifacio Duru, fondatore e responsabile dell’Associazione, insieme alla Direttrice Generale Rosaria Propato, e così, in una normalissima mattinata scolastica, in un attimo ci siamo ritrovati in Africa. Abbiamo ascoltato storie di ragazzi come noi, abbiamo visto le loro foto mentre ci sorridevano con ancora nelle braccia i nostri regali, abbiamo visto il loro Paese, le loro scuole. Davvero la Nigeria ci è sembrata più vicina! Tramite Don Bonifacio abbiamo stabilito un ponte invisibile di solidarietà. Scuole di ogni ordine e grado, campeggi estivi, università, ospedale… quante volte pensiamo che tutto questo sia sempre a portata di mano? Purtroppo non è così per tutti e in tutti i Paesi. Con le nostre donazioni Azione Verde” rende possibile ciò che per molti è ancora una speranza.

Ma non di sola solidarietà vive la nostra scuola! Anche di momenti di riflessione su grandi temi. Infatti, mercoledì 3 Febbraio, presso l’auditorium della “SOFO, noi ragazzi di terza abbiamo assistito allo spettacolo teatrale “Bar Mitzvha: diventare uomini al tempo della Shoah”, rappresentato dalla compagnia teatrale “Il teatro delle molliche” di Corato. Lo spettacolo si inserisce nelle attività che la scuola ha programmato in occasione della “Giornata della memoria”. Si è trattato di una rappresentazione con forti elementi simbolici e contraddistinto da una recitazione volutamente grottesca. Le storie drammatiche dei bambini ebrei sono state fedelmente tratte dai loro diari, dai quali emerge tutta la violenza con la quale essi hanno dovuto convivere negli anni tra il 1939 e il 1945. Il “Mitzvha”, il rito festoso che segna per i ragazzi ebrei l’accesso all’età adulta, assume nella rappresentazione teatrale un significato drammatico, passaggio dall’infanzia alla morte per tanti. Lo spettacolo ha offerto a tutti noi spunti di riflessione, per non dimenticare, per non dover rivivere mai più quelle pagine di storia.

Entrambe le occasioni sono stati momenti che hanno arricchito il nostro percorso formativo e di crescita culturale, sociale, civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.