Domenica, ore 09:45

Ancora una volta gli alunni del Liceo Artistico – IISS “Luigi Russo” si distinguono a livello nazionale per un eccellente risultato nell’ambito del “Torneo del paesaggio”, il concorso dedicato all’ambiente proposto dal Fondo Ambiente Italiano (FAI). Per il secondo anno consecutivo, ben cinque squadre delle classi IV e V D dell’indirizzo Architettura e Ambiente si sono brillantemente qualificate per la fase finale.
Il tema sul quale studenti e studentesse sono stati chiamati ad esprimersi è di strettissima attualità: il suolo. Attraverso tre percorsi tematici proposti (“gli strati della terra”, “dal centro alla periferia”, “degrado e abbandono”), il torneo ha permesso agli studenti di svolgere un lavoro di indagine, servendosi di smartphone e Instagram.
Si sono sfidate 1300 squadre di tutta Italia, caricando una fotografia su Instagram e conquistando “cuoricini”, meritati per originalità nella ricerca di prospettive e capacità di osservazione delle caratteristiche del paesaggio. Un compito difficile quello condotto dalla giuria composta da esperti di fotografia e paesaggio e coordinata da Costanza Pratesi (Responsabile Ricerca dell’Ufficio Paesaggio e Patrimonio del FAI). Le immagini sono state valutate sulla base di tre criteri: la pertinenza al tema proposto, la significatività dei contenuti e la qualità comunicativa della fotografia. Quest’anno, la giuria, oltre ai vincitori, ha selezionato anche le 5 squadre migliori, che hanno ricevuto una menzione d’onore “per la spiccata capacità comunicativa dell’immagine”. E tra queste, anche una delle squadre del Liceo Artistico: “The Kings”. Agostino Ruggiero e Francesco Zaccaria, studenti della IV D, già finalisti lo scorso anno, si sono aggiudicati la menzione d’onore, la cui motivazione è stata affidata alle parole di Luigi Pasetto (photo editor, giornalista e fotografo, che ha lavorato per la rivista d’arte FMR e per la rivista di viaggi Meridiani): “La campagna pugliese è il soggetto di questa immagine. Mi ha colpito in particolare la contrapposizione tra lo stato di abbandono dei Trulli e il verde della natura rigogliosa circostante. Questa scelta porta chi guarda ad essere in qualche modo spiazzato dal contrasto, in uno stato di sospensione emotiva”.
Bravi tutti gli altri studenti delle altre squadre vincitrici dell’IISS “Luigi Russo”, identificate con i nickname di “Ardent Underground” (Sofia Romanazzo, Nadia Loliva, Silvia Buongiorno, con una foto dedicata agli strati della terra – la via Traiana), “Oblivion” (Gabriella Aloia, Alessia Demetrio, per lo stato di degrado di una fabbrica dismessa), “Aleia” (Alessandra D’Addabbo e Floriana Perrini, per la transizione dal centro alla periferia), “Skyrim” (Angie Fralonardo, Federica Andreisini, Isabella Sibilano per la denuncia dello stato di abbandono nel quale versa un bene pubblico, villa Romanazzi Carducci). Bravi per la passione che hanno mostrato nel ricercare, scorgere, arrampicarsi per sentieri impervi, sfidando i rovi e gli imprevisti, bravi per la competenza che hanno dimostrato nel cogliere un punto di vista originale sull’argomento, nello scattare e selezionare immagini, bravi per la capacità di comunicare un’idea e uno sguardo critico sull’ambiente.
Ora le squadre si cimenteranno, l’una contro l’altra, nella realizzazione di un reportage sul suolo.
Il prossimo appuntamento con il FAI e gli studenti dell’IISS “Luigi Russo” sono le “Giornate di primavera”: anche quest’anno, i visitatori potranno farsi guidare nei beni aperti dal FAI dagli esperti “Ciceroni” del Liceo Artistico e Musicale “Luigi Russo”. L.T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.