Venerdì, ore 21:12

La Serie A ha 2 padroni, uno di chiama Higuain e l’altro Juventus.

Potrebbe apparire scontato e noioso, ma la verità è questa.

So già che eventuali tifosi napoletani potrebbero storcere il naso affermando che è TUTTA LA SQUADRA che sta giocando alla perfezione (e su questo non avrei nulla da eccepire).

Ma potrei sapere dove si troverebbe il Napoli se il Signor Pipita non avesse fatto 23 gol in 23 partite???

Da quando vedo il Mondo del calcio della nostra Serie A, non c’era stato nessuno che si era permesso il lusso di prendersi questo lusso fino alla 23ma giornata.

Chapeau!!!! (tanto di cappello)

Una Juventus, come l’araba fenice???

Cosa dire di questi pluri campioni d’Italia in carica e di queste 13 partite vinte in maniera consecutiva?

Solo 3 mesi fa c’è chi dava per spacciata questa squadra. Allegri esonerato e Dybala come l’ultimo dei disadattati del pallone.

Ma oggi? Bè oggi è tutta un’altra musica.

E’ stato persino stato sconfitto il record di Antonio Conte con 12 partite vinte di seguito.

E quindi tutto questo si traduce in una marcia inarrestabile che fa paura tutti. Tutti ma non Higuain ovviamente (soprattutto se continua così).

Divertente una dichiarazione dello stesso Sarri (un signor allenatore) che sembrava fare il profeta non moltissimo tempo fa. Siamo al 25 settembre e l’allenatore rilascia queste dichiarazioni: “La Juve può vincere 10 partite consecutive, l’Inter ancora no.”

 

E direi che la sua dichiarazione si è avverata alla perfezione, anzi oggi risulta addirittura ridimensionata.

Merito di questa cavalcata di chi? SEMPLICE, della mentalità vincente non di una squadra anzitutto di UNA SOCIETA’.

Poi ovvio, i meriti vanno a tutti… da Allegri, passando per Dybala, Buffon, la difesa e la squadra tutta.

Ma la società è qualcosa che ti forgia, ti spinge a dare quel qualcosa di più. Se sei la Juventus ed Hai dirigenti da Juventus, non puoi sbagliare più di tanto.

Così la vedo io almeno.

Guardate la differenza con la Roma. Favorita per il titolo da almeno 2 anni ed ha steccato in entrambi i casi (quest’anno in maniera ancora più clamorosa se vogliamo).

Ma se guardiamo la classifica ed alziamo la testa oltre la Juventus cosa troviamo?

Signor Higuain & Company (+2 in classifica)

Vero, Il Napoli ha un signor allenatore quest’anno.

Maurizio Sarri ha sistemato la difesa in maniera esemplare. Il tipico allenatore di provincia che arriva al grande calcio. Sembra la storia di Arrigo Sacchi.

Sarri ha il merito di aver sistemato un po’ le cose in difesa. Con Benitez la retroguardia era un colabrodo (anche il Real se n’è accorto in tempo utile).

Quindi abbiamo un assetto di squadra più equilibrato. Ma non è migliorato solo quello. Jorginho è tornato a fare quello che sa fare meglio (il regista), come anche Hamsik nel suo ruolo da incursore e non di trequartista.

E poi abbiamo Lorenzo Insigne autore di 10 gol (suo record in A) e 10 assist (tutto questo alla 23ma giornata). La sua migliore stagione a Napoli senza dubbio.

Quindi tutto perfetto, una macchina (soprattutto offensiva) perfetta.

Ma questa macchina non sarebbe stata perfetta, o almeno non avrebbe tenuto passo alle 13 vittorie consecutive della Juventus se non avesse un perfetto KILLER d’area di rigore come quest’anno si sta dimostrando Higuain.

Che peraltro di errori ne sta anche facendo sotto porta, ma che sta facendo delle giocate che forse forse non fanno neppure rimpiangere Mara… Mara… Maradona!!!

Si, lo so… Ho detto una fregnaccia!!!

Ma dimmi un po’, tu come credi andrà a finire questo campionato ormai DOMINATO da queste 2 squadre???
Io, una mia idea me la sono fatta, ma la tengo segreta.

Dimmi tu cosa ne pensi se ti va di condividerlo qui con noi!!!

Viva il Calcio – Il Mastro


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.