Potenziata l’attività di prevenzione e indagini per frodi informatiche da parte del Commissariato P.S.

Questa mattina si sono concluse numerose indagini degli investigatori del Settore Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Monopoli, che hanno portato alla denuncia di otto persone all’Autorità Giudiziaria per reati vari.

In tre inchieste, in particolare è stato possibile, ancora una volta, contrastare il gravoso fenomeno delle truffe perpetrate per mezzo di portali di annunci on-line. La prima indagine, durata ben due anni, ha portato ad identificare due autori di una truffa commessa ai danni di una persona residente a Castellana Grotte, con riferimento all’acquisto di merce per il valore di euro 300. Dopo estenuanti accertamenti bancari e grazie alla collaborazione della Polizia Postale calabrese è stato possibile indagare un pregiudicato di Cosenza, che attualmente è addirittura latitante, proprio a causa condanne inflittegli da diverse Procure italiane per altre frodi informatiche. Il secondo indagato corresponsabile è un cittadino lituano, sempre residente a Cosenza. Entrambi sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Bari.

Un siciliano agli arresti domiciliari, invece, l’autore dell’ennesima truffa per l’importo di circa 200 euro in danno di un monopolitano, sempre attraverso acquisti on-line non andati a buon fine, ed un campano l’autore, ancora ai danni di un monopolitano, di una truffa di oltre mille euro con un prelievo effettuato da un conto corrente sul quale sono in corso ulteriori indagini ed approfondimenti.

Oltre alle attività sopra richiamate sono state deferite all’A.G. di Bari quattro persone per altri reati quali appropriazione indebita, molestie a mezzo telefono, violazione degli obblighi familiari ed altro.

 


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.