Questo slideshow richiede JavaScript.

Domenica, ore 21:13

 

La serata delle premiazioni all’Auditorium del Polivalente Scolastico. TUTTI I PREMIATI

 

Ha posto i riflettori sul fermento culturale e sentimentale del vivo tessuto scolastico, intrecciando quest’aspetto agli ideali che hanno ispirato sin dagli albori la lodevole iniziativa posta in essere, il Movimento “Vivere In” che, attraverso il XX Concorso di Presepi 2015 Il “Bambino” esecutore di Amore ispirato dal tema dell’amore, ha dato lustro alla creatività di un’intera comunità.

“Costruire l’amore con maggiore impegno” è la mission che si intende infatti perseguire attraverso una “dimensione umana, spirituale e culturale”, che d’altronde è lo spirito di apostolato e missione che guida “Vivere In” in quest’impegno quotidiano per promuovere la cultura cristiana.

A dimostrazione dell’impegno e della dedizione di tutti gli attori di quest’edizione, ieri sera, la serata di premiazione (presentata da un esilarante Mimmo Dormio e da Davide Santostasi di otto anni) del concorso finalizzato alla raccolta di fondi per le popolazioni più disagiate, più povere nei vari Paesi in cui l’Associazione “Vivere In” svolge le sue attività apostoliche e missionarie, si è tenuta presso il gremito Auditorium scolastico del Polo Liceale “Galileo Galilei” di Monopoli anziché presso il salone parrocchiale della chiesa del Sacro Cuore.

La serata si è aperta con la proiezione dei presepi partecipanti, attentamente valutati da una giuria composta da Enzo Brescia, Ada Pinto (assente), Anna Quarto e Vittoria Sardano per l’assegnazione dei premi realizzati dallo scultore Prof. Giuseppe Pavone.

Nel corso dell’introduzione sono intervenuti: il fondatore di “Vivere In”, don Nicola Giordano, che ha sottolineato i tre sentimenti provati con questo concorso: commozione, stima e rispetto che permettono alla città di crescere ed ha dichiarato altresì che sua prima sede di insegnamento, dopo il seminario, è stato proprio il Liceo Classico; il Sindaco Emilio Romani che ha invece sottolineato quanto quest’iniziativa sia un piacevole prolungamento della fine dei festeggiamenti in occasione del periodo natalizio ed infine, il padrone di casa, il Dirigente Scolastico del Polo Liceale Martino Cazzorla, anch’egli parso concorde con il pensiero del Primo Cittadino: “questa serata permette di vivere il Natale anche dopo il Natale”.

Così, si è entrati nel vivo dell’evento: il primo ad esibirsi è stato Flavio, un alunno dell’I.C. “Via Dieta-V. Sofo”, recitando la poesia intitolata “La fede”.

Dopo aver intonato “A Natale puoi”, anche gli alunni della I^ A, I^ C, 2^A, 2^ B e 2^ C accompagnati dalle insegnanti Giovanna, Luisa, Katia, Margherita e Rosa dell’I.C. “M. Jones-O. Comes” hanno recitato alcune poesie, mentre gli studenti di tutte le quinte dell’istituto hanno eseguito un balletto.

La prima parte si è conclusa con la recita di una poesia a cura degli studenti accompagnati dalle insegnanti Elisa Mastronardi e Angela Marasciulo di una scuola di Castellana Grotte e l’esibizione dei flauti della II^ B della “Galileo Galilei” di Monopoli sulle note di Noël.

SETTORE SCUOLA

È così giunto il momento della premiazione delle scuole.

Ad aggiudicarsi il 3° premio è stato l’I.C. “Tauro Viterbo” di Castellana Grotte.

Il 2° premio è andato invece alla Scuola Primaria dell’infanzia “Don Lorenzo Milani – Don Giovanni Bosco” di Polignano a Mare.

Prima di decretare vincitore del settore scuole la prima edizione del presepe dell’I.C. “M. Jones-O. Comes” realizzato dagli alunni di tutte le fasce d’età, rappresentati sul palco dal Dirigente Scolastico Annalisa Latela, un intermezzo musicale è stato affidato alla Scuola dell’Infanzia “E. Libera” di Monopoli con l’intonazione di due canti.

A questo punto, anche l’Assessore allo Stato Sociale del Comune di Monopoli, avv. Rosanna Perricci, è stata chiamata sul palco per rivolgere ai presenti un saluto istituzionale, durante il quale ha sottolineato la propria vicinanza al concorso di presepi, evidenziando che il messaggio dell’importanza di iniziative come queste sia arrivato a tutti: tant’è che è stato necessario scegliere una location più grande per riuscire a contenere tutti gli intervenuti. L’Assessore Perricci ha altresì colto l’occasione per ringraziare le scuole cittadine per la preziosa collaborazione nell’iniziativa della Coccardina della solidarietà che ha permesso di raccogliere ben 460 euro, che saranno distribuiti tra le famiglie più bisognose.

Sono stati altresì assegnati due premi speciali: al Polo Liceale “G. Galilei” di Monopoli nella persona di Eléna Capodaso del gruppo H ed alla “V. Sofo” per il progetto “Città di Natale”.

Attraverso una combinata con un sottofondo ed una poesia recitata dagli studenti della scuola “O. Comes”, si è arrivati al momento tanto atteso: l’esibizione dei finalisti di danze standard dei campionati italiani, cioè di Flavio Aresta e Maria Dormio.

SETTORE ISTITUZIONI

La serata è così giunta quasi in dirittura d’arrivo. Sono stati finalmente annunciati i vincitori del settore istituzioni; mentre il 3° premio è stato assegnato alla Cappella Ospedaliera di Santa Maria degli Angeli di Putignano (la prima volta che un ospedale partecipasse al concorso) rappresentata da don Peppino ed il 2° premio sia andato invece alla Confraternita di San Cataldo di Monopoli per il presepe allestito in una cappella della Chiesa di San Domenico, il 1° premio è stato vinto con un ex aequo dal Centro Diurno Fondazione EPASS di Monopoli e dall’UNITALSI di Polignano a Mare.

Anche in questo settore, due segnalazioni: premiate Maria Mastronardi di Conversano e Cosima Colavitto di Monopoli.

Il travolgente ritmo della pizzica ha accompagnato gli istanti successivi.

SETTORE FAMIGLIA

In chiusura, è venuta la volta delle premiazioni del settore famiglia:

  • 3° premio: Rosa Petrosillo di Polignano a Mare;
  • 2° premio: Chiala Franco – De Carolis Antonio di Speziale di Fasano.

Una vera e propria orchestra formata dalle classi III^ di chitarra e flauto dell’I.C. “Galileo Galilei” ha dato sfoggio delle sue qualità musicali; l’esibizione si è conclusa sulle note di una “Tu scendi dalle Stelle”, riproposta in chiave antica, mentre faceva ingresso la sacra famiglia interpretata dal nucleo familiare composto da Cerere Antonio, sua moglie ed il loro pargolo, ai quali è andato il premio speciale.

In conclusione, dopo la recita di un’ultima poesia ed un canto, il 1° premio in assoluto è andato alla famiglia Semeraro Massimiliano di Fasano, al quale è stata donata una targa del noto orafo Michele Affidato di Crotone.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.