Giocattoli ai meno abbienti, le mamme avanzano critiche

Giovedì, ore 13:02

Riceviamo e pubblichiamo da Natale Rizzo a nome dello Sportello Sociale Multidisciplinare “Uno per l’Altro”

 

Nei giorni scorsi, in occasione dell’Epifania, una consegna di giocattoli è avvenuta in favore di quarantuno bambini di famiglie meno abbienti (indicati dall’Assessorato ai Servizi Sociali, dalle parrocchie cittadine e dalla Caritas) presso lo Sportello Sociale Multidisciplinare “Uno per l’Altro” di via Cadorna a Monopoli.

La lodevole iniziativa ha tuttavia scatenato delle critiche da parte dei genitori di alcuni bambini che pare, proprio tramite i social network, abbiano setacciato l’associazione di aver distribuito soltanto giocattoli usati ed in cattivo stato.

Pur non avendo dato credito e voce alle illazioni, pochi istanti fa, la nostra redazione di “The Monopoli Times” è stata contattata per farsi portavoce di una nota di replica, pervenutaci da parte di Natale Rizzo a nome dello Sportello Sociale Multidisciplinare “Uno per l’Altro” (che vi riportiamo integralmente qui di seguito) per fare chiarezza.

Quest’anno i giocattoli sono stati acquistati dalla nostra Associazione. Non erano usati. L’anno scorso abbiamo fatto una raccolta di giochi nuovi e usati in ottimo stato. Quest’anno abbiamo consegnato anche qualche pacco di giochi usati in ottimo stato in quanto si sono presentate anche alcune persone delle quali non ci erano stati forniti i nominativi. Non avendo una fabbrica di giocattoli, abbiamo dovuto in qualche modo accontentare tutti. Ricordiamo che le raccolte vengono effettuate nell’ottica di sensibilizzare i bambini ad aiutare il prossimo: privarsi cioè di un giocattolo (non rotto ma in ottimo stato, lo ripetiamo) per aiutare gli altri. Bisognerebbe educare anche noi adulti a questo principio di solidarietà. Cordiali saluti.
Sportello Sociale Multidisciplinare “Uno per l’Altro”.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.