Giovedì, ore 19:35 

Risposta alla lettera di Antonio Rossani

Una lunga e dettagliata epistola è quella di risposta del Sindaco di Monopoli Emilio Romani all’ex Assessore del Comune di Monopoli Antonio Rossani, il quale lo interrogava su alcune spinose questioni.

Il Primo Cittadino ha così colto l’occasione per annunciare alcune buone nuove.

Mentre si attende che a breve il Consiglio Comunale possa varare la variante urbanistica necessaria per l’avvio della realizzazione del nuovo ospedale Monopoli-Fasano, si stanno istituendo dei tavoli di concertazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e la Regione Puglia per individuare il modello operativo da applicare per rendere il Pug compatibile con il Pptr.

Per quanto riguarda, invece, il libero accesso al mare, nel triennale dei Lavori Pubblici è stato inserito il recupero dal dissesto idrogeologico in località Pantanelli.

Tra l’altro, per i nuovi uffici comunali di via Munno e via Garibaldi, si lavora sull’accessibilità ai disabili.

Già tra qualche settimana, inoltre, si sbloccherà la situazione relativa alla realizzazione del centro commerciale con l’inizio dei lavori.

Come già affermato in altre occasioni, aree blu, parcheggio multipiano di via Marconi, uso dell’area della stazione su concessione delle ferrovie assieme all’area dell’ex cementeria, dell’ex Sicie ed i cantieri navali in via di sgombero potranno risolvere in parte l’annosa questione della carenza di parcheggi.

Sull’impiantistica sportiva, il cruccio permane quello del Palazzetto dello Sport di via Procaccia, anche se nei prossimi mesi sorgerà la tensostruttura finanziata dal Ministero dell’Interno con il progetto “Io Gioco LeGale”.

 

L’EPISTOLA

Carissimo Tonio,

 

Ti ringrazio per la Tua bellissima lettera che mi riporta alla mia gioventù politica e agli passati insieme sui banchi di sala Perricci. Le critiche sono ben accette quando sono costruttive come le tue. Permettimi, dunque, di darti qualche risposta, ringraziandoti per la possibilità che mi dai di farlo all’intera cittadinanza.

 

In merito al nuovo ospedale la Regione Puglia ha già risposto: non c’è alcuna competenza della Soprintendenza nel procedimento dì variante urbanistica in quanto la titolarità del potere di indicare se le opere devono essere sottoposte al procedimento di VIA e VAS spetta alla Regione Puglia. Pertanto, non si verificherà quanto diversi anni fa impedì di realizzare gli scivoli e le rampe pedonali all’ex Colonia Di Vagno. Anzi, ben presto il Consiglio Comunale di Monopoli potrà varare quella variante urbanistica che aprirà le porte alla realizzazione del nuovo ospedale.

 

Nonostante le polemiche e che tu ben sai sono il succo dell’attività politica, sul fronte urbanistico, siamo stati tra i primi Comuni in Puglia ad adottare il Piano Comunale delle Coste. Un piano che mette al centro le peculiarità del territorio monopolitano e salvaguarda le attività produttive che negli anni hanno contribuito alla sua valorizzazione dal punto di vista turistico e allo sviluppo economico della nostra città.

 

La questione della non conformità del Pug al Pptr è complessa e non riguarda solo la nostra città. Anche in questo caso siamo i primi ad affrontarla. L’attuale strumento urbanistico va ben oltre la mia Amministrazione Comunale ed è stato un piano partecipato sin dalla fase embrionale. Ci stiamo  muovendo per istituire dei tavoli di concertazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e la Regione Puglia per individuare il modello operativo da applicare per rendere il Pug compatibile con il Pptr.

 

Resta il problema degli accessi al mare al quale questa amministrazione comunale è riuscita a dare qualche risposta. Dal 2008 in poi abbiamo effettuato i lavori per la realizzazione di strutture di servizio e di liberi accessi al mare al Capitolo (non senza polemica da parte dei proprietari delle aree). Senza dimenticare i lavori di sistemazione e messa in sicurezza del tratto costiero da Porta Vecchia a Porto Rosso. Vorremmo e dovremmo fare di più ma molto spesso dobbiamo fermarci davanti alla libera proprietà di privata di alcuni suoli (vedi il caso da te citato di Porto Marzano).

 

A proposito di dissesto idrogeologico proprio di recente la Giunta Comunale ha approvato il progetto preliminare per la sistemazione idraulica del Canale Recchia e del tratto terminale del torrente Pagano e per il recupero dal dissesto idrogeologico di Lama San Vincenzo. Nel triennale dei Lavori Pubblici abbiamo inserito la realizzazione di un libero accesso al mare per il recupero dal dissesto idrogeologico in località Pantanelli.

 

Certo resta il problema della disoccupazione (giovanile e degli ultra 40enni) ma come tu ben sai un Ente Comunale può solo favorire le occasioni di lavoro. Un aiuto in questo senso sono sicuro arriverà dal centro commerciale che sorgerà sull’area dell’ex Ceramica. Sono fiducioso che, dopo oltre 10 anni, i lavori possano avere inizio già tra qualche settimana.

 

Se devo darti ragione sull’accessibilità ai disabili degli uffici comunali (ma ci stiamo lavorando per i nuovi uffici comunali di via Munno e via Garibaldi), per quanto riguarda la questione parcheggi l’entrata in vigore delle aree blu, il nuovo parcheggio multipiano di via Marconi da realizzarsi nei prossimi anni e la possibilità di utilizzare l’area della stazione su concessione delle Ferrovie potrebbero essere una soluzione nel medio periodo. Va detto che oggi possiamo contare sull’area dell’ex cementeria messa a disposizione dai nuovi proprietari e su oltre un centinaio di posti nell’area ex Sicie sul Lungomare tra via Ungaretti e via Sauro. Un ulteriore contributo potrà darla l’area dei cantieri navali che si libererà tra qualche settimana. Si tratta di aree centrali a pochi metri da Piazza Vittorio Emanuele II.

 

Sul fronte degli impianti sportivi resta il cruccio del Palazzetto dello Sport di via Procaccia il cui recupero appare oggi complesso nel breve periodo. In ogni caso, nel 2008 c’era un contenzioso in corso ma in questi anni siamo riusciti a tornare in possesso della struttura. Nei prossimi mesi sorgerà una tensostruttura finanziata dal Ministero dell’Interno con il progetto “Io Gioco LeGale” che sono sicuro darà una prima risposta.

 

Insomma, non stiamo di certo a guardare ma come ben sai governare è un impegno arduo che non ammette momenti di pausa e/o distrazioni.

 

RingraziandoTi per i Tuoi preziosi consigli, colgo l’occasione per augurarTi un sereno Natale e un felicissimo 2016.

 

Con immutati stima e affetto.

Ing. Emilio Romani


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.