Vicenda Ecoleather, si attende la riconvocazione del Consiglio Comunale

Mercoledì, ore 13:20

Lettera del Sindacato Cobas del Lavoro Privato al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale di Monopoli

All’indomani della celebrazione del consiglio comunale monotematico del 14 luglio scorso in merito alla vicenda EcoLeather, la massima Assise cittadina non è stata ancora riconvocata come invece era stato assicurato, per garantire il coinvolgimento dei vertici della conceria monopolitana.

Per questo motivo, nei giorni scorsi, il Sindacato Cobas del Lavoro Privato ha scritto una lettera al Sindaco  di Monopoli Ing. Emilio Romani  ed al Presidente del Consiglio Comunale di Monopoli Aldo Zazzera.

Nel documento,  si chiede di onorare  gli impegni assunti in Consiglio Comunale.

In merito alla vicenda processuale, invece, il Job Act approvato dal Governo Renzi starebbe creando non pochi disagi ai lavoratori che avevano deciso di non sottostare all’accordo degli 8 mila euro con l’azienda.

LA NOTA

Il Sindacato Cobas del Lavoro Privato segue  con attenzione le vicende occupazionali della Eco Leather di Monopoli e sottolinea come questa continui ad operare  sul territorio con scelte alquanto discutibili.

Sottoponiamo alla sua attenzione l’impegno preso da Voi  e da tutto il Consiglio Comunale di Monopoli a riconvocare, dopo quello svolto a luglio, un consiglio monotematico sulla Eco Leather .

Ricordiamo che la Eco Leather, pur invitata, non partecipò adducendo delle scuse campate in aria.

Il documento sottoscritto in quell’occasione parlava della riconvocazione del Consiglio Comunale monotematico in cui si chiedeva la presenza  della Eco Leather; l’azienda avrebbe dovuto presentare un piano aziendale credibile tanto da continuare a rendere plausibile la loro presenza sul territorio, in poche parole se il gioco valeva la candela, in quanto aveva sottratto – a fronte di enormi promesse occupazionali – un pezzo di costa sottratta allo sviluppo turistico tanto importante alla nostra città. Ricordiamo la delocalizzazione in Romania del reparto taglio che ci è costata 100 posti di lavoro, con trasferimento di macchinari pagati dallo Stato Italiano, cioè da noi cittadini.

Sono passati 6 mesi e l’impegno non è stato ancora onorato, ma noi abbiamo pazienza e ve lo chiediamo.

Roberto Aprile per il Sindacato Cobas


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.