Questo slideshow richiede JavaScript.

Martedì, ore 10:49

Si costituisce un’associazione

 

Va avanti dal 2 dicembre scorso, un’inspiegabile moria di gatti nel centralissimo quartiere di via Ugo Foscolo a Monopoli.

La denuncia si è levata soltanto ieri attraverso un post corredato dalle strazianti fotografie, che è stato pubblicato sul gruppo “Monopolicani” del noto social network di Facebook.

L’appello lanciato dai numerosi commentatori non è rimasto inascoltato: questa mattina, infatti, il personale delle Guardie Eco Zoofile ANPANA (provvedono alla vigilanza sull’osservanza delle leggi e regolamenti generali e locali relativi alla protezione degli animali, alla difesa del patrimonio zootecnico, faunistico ed alla tutela ambientale) del distaccamento di Rutigliano e Castellana Grotte  è intervenuto per fare finalmente chiarezza sulla vicenda.

Di una decina di gatti deceduti, pare ne fossero rimasti soltanto tre; i corpi esanimi erano rimasti tra i cespugli delle aiuole nei pressi della scuola d’infanzia.

Sarà l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e Basilicata di Bari a rivelare i risultati dell’esame autoptico eseguito, confermando o smentendo, che si sia trattato di avvelenamento.

L’accaduto rimanda alla necessità che il Comune di Monopoli preveda ad una sterilizzazione dei gatti randagi.

Tuttavia, il caso ha suggerito ad alcuni cittadini di costituire un’associazione animalista, che si occupi della salvaguardia delle specie animali.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.